Estorsione, assolto leader Si-Cobas

Aldo Milani era a processo a Modena, venne anche arrestato

Il tribunale di Modena ha assolto per non aver commesso il fatto Aldo Milani, leader nazionale Si- Cobas, dall'accusa di estorsione ai danni degli imprenditori Levoni, proprietari dell'azienda Alcar Uno di Castelnuovo Rangone. I fatti contestati dalla procura di Modena risalivano alla fine del 2016 e all'inizio del 2017. Secondo l'accusa, Milani avrebbe preteso tra i 60 e i 90mila euro dai Levoni, per fermare i picchetti dei Si-Cobas di fronte allo stabilimento, una protesta attivata a fronte delle condizioni di lavoro di alcuni dipendenti di coop in appalto all'azienda stessa. Nello stesso fascicolo l'intermediario Danilo Piccinini, di Ferrara, in abbreviato è stato condannato a due anni e quattro mesi. Milani si è sempre detto estraneo ai fatti, parlando di un "trappola orchestrata ad arte per fermare il sindacato". L'arresto di Milani e Piccinini era stato compiuto dalla squadra mobile.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna