Museo archeologico sotto Teatro Rimini

Tra reperti, mosaici, resti architettonici e multimedialità

(ANSA) - BOLOGNA, 10 DIC - Un museo archeologico e multimediale sotto la platea del Teatro 'Galli' di Rimini, tornato a nuova vita a 75 anni dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale che devastarono la città e la sala disegnata dall'architetto modenese Luigi Poletti alla metà dell'800.
    La struttura che apre oggi - in concomitanza con il ritorno della grande opera con il 'Simon Boccanegra' di Giuseppe Verdi diretto da Valery Gergiev - svela un'area archeologica ricca di reperti e mosaici e resti architettonici rinvenuti durante i lavori nel complesso del Teatro Galli, impreziosita da un percorso multimediale che ripercorre la nascita e la storia di Rimini fino ad arrivare all'Ottocento, alla la storia del teatro all'italiana, all'architettura del teatro di Rimini e alla vita e alle musiche di Giuseppe Verdi cui è dedicata una sala immersiva in cui ascoltare le sue melodie più famose. Sotto la buca del 'Galli', infine, l'area archeologica vera e propria con un'ampia pedana da cui ammirare la superficie dello scavo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna