In aeroporto con 113 ovuli di droga, arrestato

Corriere 30enne aveva ingerito 1,2 kg di sostanza stupefacente

Arrestato all'aeroporto 'Marconi' di Bologna un uomo di 30 anni che aveva ingerito 113 ovuli di hashish per oltre un chilo di peso. A insospettire i militari del comando provinciale della Guardia di Finanza bolognese il comportamento del passeggero durante un controllo aeroportuale.

Grazie anche al fiuto del cane anti-droga Calma, i finanzieri hanno deciso di sottoporre ad accertamenti il viaggiatore, un 30enne di origine nordafricana, residente in Italia, arrivato a Bologna con un volo proveniente dal Marocco con scalo a Malaga. Dopo esami e radiografie, eseguiti in ospedale, hanno scoperto che aveva ingerito 113 ovuli termosaldati di hashish per un peso complessivo di circa 1,2 kg. Recuperata e sequestrata, la droga se immessa sul mercato avrebbe fruttato 10mila euro secondo una stima prudenziale delle Fiamme Gialle. Il corriere è stato arrestato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti e trasferito al carcere della Dozza.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna