Denigra l'ex marito, risarcirà lui e il figlio

La decisione del tribunale civile di Modena

   La seconda sezione civile del tribunale di Modena ha condannato una donna a risarcire l'ex marito e il figlio per aver dipinto l'uomo come prepotente e violento, creando nel minore una forte instabilità emotiva con l'emarginazione del padre. Le accuse all'ex coniuge, secondo i giudici, erano frutto di fatti non accertati e hanno creato paura e rifiuto del padre nel figlio, spiega La Gazzetta di Modena, aggiungendo che i giudici hanno ordinato l'affidamento del bambino ai servizi sociali: la madre sarà 'collocataria'.

    La causa era stata avviata dal padre per il collocamento in esclusiva del bambino. La donna contestava all'ex marito la violazione degli obblighi coniugali, infedeltà, abbandono; i giudici ritengono che non ci fossero fondamenti e anche i comportamenti violenti denunciati sono considerati non provati.
    Ora la donna non potrà più ostacolare la frequentazione tra i due e dovrà favorire il riavvicinamento. È stata condannata a risarcire sia l'ex coniuge che il bimbo: 2mila euro ciascuno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna