Pm Giovannini, carcere per senza patente

'La nuova legge non basta, serve lo stigma sociale assoluto'

(ANSA) - BOLOGNA, 9 FEB - "Andrebbe reso obbligatorio l'arresto per l'omicidio stradale e le lesioni gravissime, così come bisognerebbe sanzionare con il carcere la guida senza patente, in stato di ebbrezza e senza copertura assicurativa".
    E' l'opinione del procuratore aggiunto di Bologna Valter Giovannini, da tempo impegnato in tema di sicurezza stradale, dopo gli ultimi incidenti provocati da persone con patente sospesa.
    Per Giovannini "la nuova legge sull'omicidio stradale ha inasprito il quadro repressivo", ma "evidentemente, non è bastato". Perché "la percentuale di persone che continuano a guidare ubriache, sotto l'effetto di droghe, senza patente e prive di assicurazione permane drammaticamente elevata. Insomma prosegue l'inutile strage". Secondo il magistrato "occorrerebbe un ulteriore salto culturale per considerare certi tipi di sinistri stradali non semplici incidenti, ma il prodotto di gravissimi comportamenti criminali. Insomma, lo stigma sociale dovrebbe manifestarsi in forma assoluta".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna