21 anni fa incidente pendolino Piacenza

Celebrata una messa e deposta una corona di fiori sulla stele

(ANSA) - PIACENZA, 12 GEN - Ventun anni dopo è un dolore ancora vivo, quello di una città intera per la tragedia di domenica 12 gennaio 1997, quando il Pendolino Milano-Roma deragliò all'uscita del ponte sul Po, a poche centinaia di metri dalla stazione di Piacenza e persero la vita i macchinisti Lidio De Sanctis e Pasquale Sorbo, gli agenti della Polfer Gaetano Morgese e Francesco Ardito, le hostess di bordo Cinzia Assetta e Lorella Santone, Agatina Carbonara e Carmela Landi tra i passeggeri. Questa mattina si è ripetuta per la 21/a volta la cerimonia annuale di commemorazione della tragedia, con la messa nella sede del dopolavoro ferroviario e la deposizione di fuori sulla stele che ricorda il fatto, alla presenza delle autorità locali e dei familiari delle vittime.
    Tra i presenti - come ogni anno - anche l'ex Procuratore della Repubblica di Piacenza, Alberto Grassi, che istruì l'inchiesta per disastro ferroviario colposo conclusasi però con l'archiviazione di tutte le accuse.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna