Tesori Sgarbi-Cavallini da 400 a Boldini

Oltre 130 opere in mostra al Castello Estense di Ferrara dal 3/2

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - Dal San Domenico in terracotta modellato nel 1474 da Niccolò dell'Arca, capolavoro del Rinascimento italiano, alla Cleopatra di Artemisia Gentileschi; da Gaetano Previati a Boldini e De Pisis. Oltre 130 opere della ricca collezione Cavallini-Sgarbi saranno in mostra dal 3 febbraio a Ferrara, nelle sale del Castello estense. Un tesoro di dipinti e sculture di epoche diverse, dall'inizio del Quattrocento alla metà del Novecento, raccolte in quarant'anni di appassionato collezionismo da Vittorio Sgarbi con la madre 'Rina' Cavallini.
    Un omaggio a Ferrara, di cui le opere raccontano la straordinaria impresa culturale, secondo le intenzioni di Elisabetta Sgarbi, ma anche ad una famiglia che all'arte ha dedicato tutte le sue energie. Ideata e promossa dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi in collaborazione con la Fondazione Cavallini Sgarbi e con il Comune di Ferrara, 'La Collezione Cavallini Sgarbi. Da Niccolò dell'Arca a Gaetano Previati.
    Tesori d'arte per Ferrara' sarà aperta fino al 3 giugno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Aeroporto di Bologna