Dai Comuni dell'Appennino esposto per il black-out dell'Enel

Dopo nevicata di lunedì in migliaia senza luce per molte ore

Tutti i comuni che fanno parte dell'Unione dell'Appennino bolognese prepareranno un esposto alla procura della Repubblica nei confronti di Enel, a causa dell'interruzione della fornitura di energia elettrica che ormai prosegue da due giorni. "Nonostante le rassicurazioni di Enel, infatti, sono ancora migliaia i cittadini che in questo momento sono ancora al buio e al freddo in aree che, a macchia di leopardo, riguardano tutti i comuni dell'Appennino bolognese (e non solo loro)", si legge in un comunicato stampa dell'Unione. I comuni dell'Unione dell'Appennino bolognese - Camugnano, Castel d'Aiano, Castel di Casio, Castiglione dei Pepoli, Gaggio Montano, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Marzabotto, Monzuno, San Benedetto Val di Sambro e Vergato - vanno ad aggiungersi a Loiano, Monghidoro e Monterenzio, che già stamattina avevano annunciato l'intenzione di preparare un esposto. "Siamo stanchi di essere presi in giro - dice il sindaco di Monterenzio Pierdante Spadoni - i diritti dei cittadini sono stati lesi, i risultati sono addirittura peggiori rispetto alla nevicata del 2015". "L'incontro di oggi con prefettura e tecnici Enel non è stato risolutivo - dice la sindaca di Monghidoro Barbara Panzacchi - va fatta prevenzione per quanto riguarda gli alberi e servono investimenti sulla linea, è obsoleta".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna