Ligabue sospende tour, problemi a voce

Tutte le date in programma posticipate a settembre-ottobre

(ANSA) - ROMA, 17 MAR - "Mi hanno diagnosticato la malattia professionale di chi canta", dice Luciano Ligabue sui suoi social, annunciando che a causa del polipo intracordale che ha interessato la corda vocale sinistra e che non gli permette di cantare (per cui dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico), il tour 'Made in Italy - Palasport 2017' viene sospeso e le prossime date vengono posticipate a settembre/ottobre. Sui social, Ligabue ricorda la testimonianza del 14 marzo, la sera del suo compleanno, quando sul palco del Mediolanum Forum (Assago) di Milano ha ammesso di aver avuto una ricaduta",: "Ragazzi, ce la metterò tutta. Portate pazienza per i problemi che ne verranno fuori". "Durante il giorno - scrive oggi - avevo sentito proprio che la voce non usciva. Dopo 3-4 pezzi del concerto ero quasi afono. Mi hanno detto una cosa che avrei preferito non sentirmi dire ma che purtroppo rientra fra quelle che vengono definite le malattie professionali di chi canta cioè ho un polipo, in questo caso intracordale''.

   Le date del tour sono già state riprogrammate: il nuovo calendario è stato pubblicato sulla pagina facebook dell'artista. I concerti ripartiranno il 4 settembre dal 105 Stadium di Rimini (recupero data del 10 aprile) e termineranno con una doppia data, 27 e 28 ottobre, all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno (recuperi del 7 e 8 aprile). Il concerto in programma il 27 aprile al PalaBigi di Reggio Emilia, con l'incasso a favore dell'Associazione CuraRE Onlus e alla Fondazione Grade Onlus, è stato rimesso in cartellone il 28 settembre. I biglietti precedentemente acquistati - spiegano gli organizzatori - restano validi per le nuove date corrispondenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati


Alessandro Andrei - Sca.Fi Serramenti

Sca.Fi Serramenti, domotica al servizio della sicurezza e del risparmio energetico

Porte blindate digitali e vetri oscuranti che seguono il sole: ecco il futuro delle abitazioni


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Aeroporto di Bologna