Zuppi, vicino a Dj Fabo ma combattere

Vescovo di Bologna, impegno in più per cristiani per chi soffre

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - "Le situazioni come quella che riguarda Dj Fabo sono delle situazioni e delle condizioni su cui è difficile parlare, perché sono sempre situazioni di grande sofferenza personale. In questo c'è un riguardo, un'attenzione, un rispetto per la vita della persona. Certamente gli direi che la sua vita ha sempre un'importanza, non soltanto glielo direi ma proverei anche a manifestarlo. Per certi versi la sua stessa lotta può apparire come il dire: 'Quanto è importante ancora!'".
    Lo ha detto alla trasmissione "Stanze Vaticane" di Tgcom24 mons.
    Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna, commentando la decisione di Fabiano Antoniani, conosciuto come Dj Fabo, di recarsi in Svizzera per sottoporsi a delle visite e richiedere l'eutanasia.
    "Sulla sofferenza personale, sulle difficoltà che sono purtroppo cosi evidenti per chi è affetto da quella malattia", ha detto Zuppi, "c'è soltanto la solidarietà e la vicinanza.
    Dobbiamo tener presente che la vita è sempre importante, è sempre bella".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna