Gdf scopre 12 irregolari in laboratori

Tutti gestiti da cinesi. Tre sono stati chiusi

(ANSA) - FERRARA, 15 OTT - 12 lavoratori irregolari, tutti di etnia cinese, sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza con una serie di controlli svolti nei confronti di 5 laboratori di confezioni tessili e lavorazione pelletteria, a Ferrara e Cento.
    Le operazioni, cui hanno partecipato oltre 30 finanzieri e 4 ispettori della Direzione Territoriale del Lavoro di Ferrara, hanno portato all'identificazione di una trentina di lavoratori cinesi e dei loro datori di lavoro.
    Fra i dipendenti in nero, 6 erano sprovvisti dei permessi di soggiorno, e i rispettivi datori di lavoro, tutti cinesi, sono stati denunciati per sfruttamento di manodopera irregolare e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Per tre dei cinque laboratori è scattata anche la sospensione immediata dell'attività, perché oltre il 20% dei lavoratori non risultava in regola. Le Fiamme Gialle stanno ricostruendo i numerosi passaggi di proprietà delle aziende e ulteriori accertamenti sono in corso per verificare le condizioni di lavoro dei dipendenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna