Architetto verde a Renzi,catene a Italia

Lettera aperta ex deputato,'Opere leggere su patrimonio pre '45'

(ANSA) - BOLOGNA, 26 AGO - "Fermare per sempre l'industria delle catastrofi che dietro il paravento del costo troppo alto per la prevenzione approfitta per mantenere le cose come stanno e lucrare nella ricostruzione" attraverso opere leggere che "aumentino la capacità delle strutture edilizie di resistere ai sisma". A proporlo, in una lettera aperta al premier Matteo Renzi, è l'ex parlamentare e presidente Commissione ambiente e lavori pubblici della Camera Sauro Turroni, intervenuto nel dibattito sul patrimonio edilizio riaperto dopo il sisma in centro Italia. La soluzione proposta dall'urbanista è l'utilizzo delle 'catene'.
    "Molti - ha scritto - ripetono che si dovrà fare il consolidamento antisismico degli edifici; affermazione solo parzialmente giusta, le risorse necessarie sono troppo grandi per rendere antisismica l'Italia, è sufficiente 'metterla in catene', partendo dagli edifici costruiti prima del 1945. Si tratterebbe di un investimento globale di 4-4,5 mld, certamente strategico e alla portata di un grande Paese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna