Merola, graffiti strappati? Timeo danaos

Il sindaco cita l'Eneide per rispondere a Genus Bononiae

(ANSA) - BOLOGNA, 19 MAR - "Timeo danaos et dona ferentes".
    Il sindaco di Bologna Virginio Merola si è limitato a rispondere con una citazione classica a chi gli chiedeva un commento sulla proposta arrivata da Fabio Roversi Monaco, presidente di Genus Bononiae, che ha annunciato di voler regalare al Comune i graffiti, da qualche giorno ospitati in una contestata mostra sulla street art, che sono stati 'strappati' per essere salvati.
    La citazione ("temo i greci anche quando portano dei doni") arriva dall'Eneide e si riferisce al caso del Cavallo di Troia, quando l'indovino Laocoonte mise in guardia i Troiani dal dono degli Achei: quello che poteva sembrare, infatti, un gesto di distensione ed amicizia, si rivelò lo stratagemma decisivo con il quale le truppe achee distrussero Troia e vinsero la guerra.
    Dalla battuta con la quale Merola ha risposto ai giornalisti si desume, quindi, un atteggiamento quanto meno "sospettoso" nell'annunciato regalo da parte di Genus Bononiae e del suo presidente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna