Insulti razzisti, verso il processo

Offese un uomo con figlioletto, procura contesta discriminazione

(ANSA) - BOLOGNA, 14 FEB - Mentre era in fila alla cassa al supermercato ha cominciato ad offendere, senza motivo, un uomo di colore che era in coda come lui con il bambino di cinque anni. Per questo motivo un ravennate di 50 anni va verso il processo, visto che, come riporta il Corriere di Romagna, gli è stato notificato un avviso di conclusione delle indagini.
    I fatti si svolsero a settembre: l'uomo si rivolse a padre e figlio, di origine centroafricana con parole come "negro di merda, tornatene in Africa con la tua scimmietta". La vittima degli insulti prese il cellulare per chiamare i carabinieri, ma a quel punto il ravennate si avvicinò minaccioso e cercò di strappargli il telefono, facendo scoppiare in lacrime il bambino.
    La procura di Ravenna è intenzionata a contestargli l'aggravante della discriminazione razziale: questione non solo simbolica visto che in caso di ingiurie semplici la questione si sarebbe risolta davanti al giudice di pace. In questo caso si andrà invece in tribunale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna