Tafferugli Bologna, in 33 verso processo

Chiusa l'indagine anche sui disordini di giugno 2015

(ANSA) - BOLOGNA, 29 GEN - A Gianmarco De Pieri, leader del centro sociale bolognese Tpo, la Procura ha notificato un avviso di chiusura indagini per il coinvolgimento nei tafferugli di ottobre 2014, per cui fino a ieri era agli arresti domiciliari.
    De Pieri, 42 anni, ha ricevuto l'avviso con altre 32 persone per quanto successo il 5 ottobre, dopo la manifestazione delle 'Sentinelle in piedi', e per gli scontri in occasione della visita del Governatore di Bankitalia Ignazio Visco, il 18 ottobre.
    Per il primo caso sono indagate otto persone, sette antagonisti e un esponente di estrema destra, oltre a due minori per cui si procede separatamente. Per il 18 ottobre le contestazioni riguardano 28 posizioni, alcune coinvolte anche nel primo episodio. Anche in questo caso c'è un minore. I tafferugli nel giorno della visita di Visco furono in via Castiglione, poi in via Garibaldi. Ad un attivista è contestato anche il lancio di un 'artificio esplodente' che provocò una lacerazione del timpano a un agente di Ps, 88 giorni di prognosi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna