Salvata speleologa bloccata in grotta

Ferita al torace è stata condotta all'Ospedale Maggiore

(ANSA) - BOLOGNA, 17 GEN - E' stata liberata e tratta in salvo, verso l'1.10 della scorsa notte la giovane speleologa rimasta bloccata e ferita nel pomeriggio di ieri nella grotta del Partigiano a San Lazzaro di Savena, alle porte di Bologna, in località Buca dell'Inferno. La ragazza faceva parte di un gruppo di quattro persone che avevano intrapreso un'uscita speleologica all'interno della grotta. Una volta estratta dal cunicolo la donna, è stata condotta all'Ospedale Maggiore di Bologna per un trauma toracico ma non risulta in pericolo di vita. La speleologa - che si era calata nella grotta insieme a due amici - era rimasta intrappolata, al momento di uscire, dal crollo di una 'lama' di roccia, che la ha ferita al torace e bloccato la via di fuga dal cunicolo. Sul posto sono intervenuti i tecnici del Saer, il Soccorso Alpino dell'Emilia-Romagna che sono riusciti a liberarla, senza ricorrere all'esplosivo, usando martelli pneumatici in modo da allargare una curva a gomito che impediva l'ingresso della barella.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Daniela e Nicoletta Arduini - Casa del Materasso

Casa del Materasso di Parma: “Se avete dolori muscolari spesso dipende dal vostro materasso”

Secondo Daniela e Nicoletta Arduini il modo in cui si dorme influenza la nostra salute


dott. Domenico Berardi

Domenico Berardi: arriva il cristallino artificiale per avere gli occhi di un ventenne a qualsiasi età

L’oculista parmigiano svela la nuova frontiera della chirurgia alla cataratta che eli-mina anche miopia e presbitismo


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna