Donna morta in Maremma, arrestata figlia

Corpo era in casolare. Aveva tolto delega per la pensione

(ANSA) - GROSSETO, 13 GEN - Omicidio volontario, occultamento e distruzione di cadavere: è questa l'accusa per cui è finita in carcere Maria Grazia Guidoni, 45 anni, accusata di aver ucciso la madre Giuseppina Pierini di 63 anni. Sono stati i carabinieri di Piacenza, insieme a quelli di Grosseto, ad arrestarla ieri a Monterotondo Marittimo. Il 12 novembre scorso in un casolare a Massa Marittima venne scoperto il cadavere di una donna grazie al racconto di un nipote che indirizzò i carabinieri. L'omicidio sarebbe avvenuto tre anni fa a Pontenure (Piacenza) dove la sessantatreenne viveva. In quei giorni, la donna aveva deciso di togliere la delega alla figlia che riscuoteva al suo posto la pensione. Secondo la ricostruzione, la figlia avrebbe fatto bere un mix di psicofarmaci alla mamma e poi le avrebbe messo un sacchetto in testa, stringendolo intorno al collo con del nastro adesivo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna