Guardia giurata uccisa a Ravenna

Nella notte mentre si apprestava a perlustrazione. Indagano i Cc

E' stato ucciso con almeno due colpi esplosi da un fucile da caccia Salvatore Chianese, 42 anni, metronotte morto la scorsa notte a Savio, nel Ravennate. Uno dei colpi ha centrato la vittima alla testa. Sul posto sono in corso le ricerche della pistola dell'uomo, sparita dopo l'omicidio.

   Nato a Napoli, incensurato, a lungo residente a Trentola Ducenta, nel Casertano, l'uomo era ora domiciliato assieme alla moglie e al figlio di 9 anni a Campiano, frazione alle porte di Ravenna. A trovarne il cadavere, verso l'1.15, sull'ingresso della cava Manzoni è stato un collega. Sul luogo dell'omicidio sono intervenuti i Carabinieri, oltre al Pubblico Ministero di turno.

   Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, per esprimere cordoglio alla famiglia e il dispiacere dell'intera città. "Ho parlato con il colonnello Massimo Cagnazzo, comandante dell'Arma dei Carabinieri, che mi ha confermato che le indagini per individuare l'assassino della guardia giurata avvenuto a Savio vengono svolte a 360 gradi e con il massimo dispiegamento di forze. Esprimo le condoglianze alla famiglia della vittima: il cuore di Ravenna sanguina per questo efferato omicidio che ha spezzato questa giovane vita".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna