Curia: matrimoni gay, violazione privacy

La Diocesi si scaglia contro il provvedimento voluto dal Comune

(ANSA) - BOLOGNA, 3 AGO - La trascrizione dei matrimoni omosessuali contratti all'estero nel registro dello stato civile, annunciata dal Comune di Bologna, è una violazione della legge sulla privacy. Lo sostiene la Curia di Bologna che, nel suo settimanale 'Bologna Sette' torna a scagliarsi contro la decisione del sindaco Virginio Merola.
    Lo fa con un intervento, affidato al giurista Paolo Cavana, intitolato 'Errore da correggere'. Secondo Cavana, infatti, il provvedimento "appare formalmente illegittimo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna