Sisma: Science, un ruolo le estrazioni?

Rivista anticipa contenuti rapporto commissione Ichese

(ANSA) - ROMA, 11 APR - I terremoti che hanno colpito l'Emilia-Romagna il 20 e il 29 maggio 2012, uccidendo 27 persone e causando centinaia di feriti, potrebbero essere stati causati dall'estrazione petrolifera in zona. Sarebbero le conclusioni non ancora pubblicate, in attesa di studi ulteriori, del rapporto della commissione Ichese, anticipate dalla rivista Science. La commissione fu istituita per valutare le possibili relazioni tra esplorazione ed estrazione di idrocarburi in Emilia Romagna e i due terremoti.  Science cita fonti che conoscono lo studio, secondo le quali ''il rapporto sarebbe stato presentato alla Regione Emilia-Romagna, almeno un mese fa''. Secondo le stesse fonti ''i politici sia a livello regionale sia nazionale sarebbero preoccupati per gli effetti e starebbero ritardando la pubblicazione''.

    Il rapporto, spiega Science, esclude che il deposito di gas naturale sopra la faglia geologica attiva nei pressi di Rivara nella valle del Po potrebbe aver causato i terremoti perché le trivellazioni dovevano ancora iniziare quando questi si sono verificati. Invece, secondo Science, il rapporto ''punterebbe l'indice su un altro sito: il giacimento di petrolio di Cavone, gestito da Gas Plus''. Science sostiene di aver visto le conclusioni del rapporto nelle quali ci sarebbe scritto che ''non può essere escluso che le attività di estrazione nel sito potrebbero aver innescato il terremoto del 20 maggio, il cui epicentro è a 20 chilometri di distanza''.

   PROTEZIONE CIVILE, RAPPORTO ICHESE NON CONCLUSO -  Servono ulteriori studi per accertare un nesso causale tra il terremoto del 2012 e attività estrattive in Emilia-Romagna. E' il passaggio cruciale, in sintesi, di una nota congiunta del Commissario per il terremoto, del Dipartimento della Protezione Civile e del Ministero dello Sviluppo Economico in merito all'articolo della rivista Science ripreso oggi da alcuni organi di stampa italiani in cui si mette il relazione il sisma e l'estrazione di petrolio in località Cavone, nel Modenese.

   "Il Rapporto, denominato Ichese - precisa la nota congiunta - è stato elaborato da una Commissione di esperti costituita su iniziativa del Commissario e d'intesa col Dipartimento della Protezione Civile al fine di avere risposte esaustive circa una eventuale relazione di concausa tra i terremoti che hanno colpito la Regione Emilia-Romagna nel 2012 e le attività estrattive di idrocarburi. Il Rapporto, consegnato a metà febbraio, sottolinea come sia necessario, per escludere o confermare l'ipotesi di un legame causale tra le estrazioni di idrocarburi nella località Cavone e i fenomeni di sismicità dell'area, approfondire gli studi sviluppando attività di monitoraggio altamente tecnologiche per l'acquisizione di ulteriori dati necessari alla costruzione di un modello dettagliato del sottosuolo''. "In febbraio si è quindi costituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico, in stretta relazione con la Regione - prosegue la nota - un Gruppo di lavoro composto da tecnici del Ministero, del Dipartimento della Protezione Civile ed altri esperti, che da allora sta lavorando agli approfondimenti indicati nelle raccomandazioni della Commissione, per la definizione di linee guida che consentiranno di raccogliere i dati per dare le risposte necessarie. Si tratta di una attività di indagine che si colloca ai livelli più avanzati di ricerca del mondo. Il protocollo delle linee guida, che sono in fase avanzata di preparazione, sarà presentato in tempi rapidi insieme alla pubblicazione integrale del Rapporto Ichese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna