Biennale Arte sbarca in terraferma

Dopo esperimento per Architettura ora padiglione stabile

Redazione ANSA VENEZIA

  VENEZIA  - La Biennale d'Arte di Venezia esce dalla città lagunare e per la prima volta sbarca in terraferma, a Mestre, con un padiglione dedicato alle installazioni dell'artista francese Marie Voignier. Già l'anno scorso era stato sperimentato il contatto tra la città d'acqua e quella di terra, con la rassegna di Architettura. La scelta è caduta anche in questo caso su Forte Marghera. Per la Biennale d'Arte un unico padiglione per un unico artista - intitolato 'Una e tutti' - che propone una serie di video per 'raccontare' la rinuncia alla natura a favore del virtuale da una parte e lo scadimento dell'espressione culturale quando questa diviene scherno.
    Dall'altra un video provocatorio in cui le migrazioni degli uccelli raccontano quelle dei popoli con i complessi risvolti sociologici figli non di un processo naturale ma della violenza.
    In uno spazio apposito, invece, con un 'clic' si può conoscere un auto racconto, a scelta, di ogni singolo artista presente alla Biennale d'Arte.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie