A Ferentillo il primo festival del Fantastico

Con una delle biblioteche più ricche e complete sul genere

Redazione ANSA FERENTILLO (TERNI)

FERENTILLO (TERNI) - Nasce a Ferentillo il primo festival internazionale del Fantastico: ad organizzare l'edizione numero 1, dal 13 al 15 settembre, è l'associazione culturale Calibando, che ha fatto approdare proprio nel comune della Valnerina ternana una della biblioteche private più ricche e complete dedicate a questo genere letterario.
    Sono infatti circa 35 mila i volumi, antichi e moderni, donati al Comune dal figlio di Romolo Runcini, scomparso nel 2014, una carriera di docente di sociologia della letteratura all'Istituto orientale di Napoli e alla Sapienza di Roma.
    Studioso del fantastico noto a livello internazionale, fondatore dell'associazione Calibando.
    Dall'esoterismo alla medicina, dalla religione alla scienza e tecnica, i libri saranno presto consultabili grazie all'apertura al pubblico della biblioteca. Nel frattempo il Festival, organizzato dalla Pro Loco di Ferentillo in collaborazione con il Comune, proporrà convegni, conferenze, stage, momenti di riflessione e spettacoli.
    Il fantastico secondo Romolo Runcini e le narrazioni fantastiche di Edgar Allan Poe sono i due ambiti di ricerca sui quali si muoverà il Festival, che prenderà il via giovedì alle 17 nella cornice del Castello di San Mamiliano con il workshop "Il Fantastico (di) Romolo Runcini", al quale sono attesi ospiti internazionali. Sarà annunciata la pubblicazione di alcuni volumi di rilevanza scientifica sul fantastico e sullo scrittore di fantascienza James Graham Ballard.
    Venerdì, dalle 10 nella sala conferenze Piermarini, si terrà invece il convegno "Poe e il fantastico", mentre sabato il Festival si concluderà alle 15, in piazza Vittorio Emanuele II di Precetto, con il workshop "FantasticaMente, passeggiando tra i boschi narrativi: un gioco da ragazzi".
    L'evento anticiperà alcuni dettagli della prossima edizione della manifestazione, che - spiegano gli organizzatori - si arricchirà di una sezione incentrata sul 'fantastico per ragazzi', coinvolgendo scuole, insegnanti e giovani.
    Sia il Festival che la neonata biblioteca sono stati realizzati con il contributo economico della Fondazione Carit.
    L'obiettivo dell'intero progetto è quello di realizzare un "Centro internazionale studi e manifestazioni del Fantastico", sogno nel cassetto dello stesso Romolo Runcini. 
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: