A Narni Le Mole, laguna blu dell'Umbria

Un angolo del fiume Nera lungo il percorso delle Gole

Redazione ANSA NARNI (TERNI)

NARNI (TERNI) - Anche l'Umbria ha la sua 'laguna blu'. Non sarà esotica come quella in cui Brooke Shields si tuffava nel film del 1980, facendo sognare milioni di persone in tutto il mondo, ma è comunque un luogo suggestivo e unico dal punto di vista naturalistico per il cuore verde d'Italia. Sono "Le Mole di Narni", a ridosso delle gole del fiume Nera, non distante dal ponte di Augusto raggiungibile con una pedalata di cinque chilometri, che tanti turisti stanno attirando in questa estate 2018.
    Geograficamente siamo nell'Umbria meridionale, zona Stifone, lungo la strada che porta verso Orte. E a prendere d'assalto questo piccolo paradiso terrestre, con acqua cristallina e vegetazione rigogliosa, "sono soprattutto romani e turisti, anche stranieri, che hanno scelto le nostre terre per trascorrere le proprie vacanze e quando arrivano qui rimangono incantati, al punto che spesso ritornano pure nei giorni successivi", racconta Agnese Moscatelli che qui ha messo su un piccolo chiosco dove vende bibite e qualche panino alle decine di persone che affollano quotidianamente l'area. Spiega che qui "l'acqua è pulitissima essendo di sorgente", ma c'è comunque il divieto di fare il bagno per la vicinanza con la centrale idroelettrica di Recentino che "ogni tanto scarica l'acqua in eccesso ricevuta dal Nera e questo provoca un'onda nella laguna a quel punto pericolosa per i bagnanti".
    "All'ingresso del solarium abbiamo affisso dei cartelli in cui si segnala il pericolo e quindi occorre fare molta attenzione", tiene a evidenziare il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti. Che spiega come l'amministrazione comunale voglia ancor più migliorare questo lembo di terra "così da renderlo ancora più attrattivo e fruibile per tutti gli amanti della natura, del trekking e della bicicletta". "Il solarium che abbiamo di recente realizzato a ridosso de Le Mole - aggiunge il sindaco - sta riscuotendo molto successo ed è anche molto apprezzata la pista ciclabile che corre tra le gole del Nera.
    L'intenzione è di incrementare i servizi in questa area con attività di ristorazione e anche legati agli sport acquatici.
    Dobbiamo far sì che questo luogo possa essere utilizzato dai visitatori con tutti i comfort del caso e nella massima sicurezza".
    Intanto chi lo ha già scoperto, come Silvia ed Emilio, una giovane coppia di Roma, ne è rimasto affascinato. "E' un posto davvero magico - dicono - che abbiamo trovato per caso su internet, arrivando qui non sembra neppure di stare in Italia, ci torneremo di sicuro".
    Se la bellezza del luogo è indiscutibile, lo è anche anche la sensazione che regala l'acqua a chi non resiste di tuffarsi. "E' fredda, molto fredda, ma fantastica, non farsi il bagno qui è impossibile": parola di Alessio che, assieme a moglie e figlie, è partito da Civitavecchia per trascorrere un'intera giornata nella laguna blu dell'Umbria.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: