Estasi e misticismo in musica a Merano

Un ricco cartellone per l'edizione 2017 del festival

Redazione ANSA MERANO (BOLZANO)

MERANO- "Estasi e misticismo": è il motto della 32/a edizione delle Settimane musicali meranesi che saranno inaugurate il 23 agosto dalla Baltic Sea Philharmonic, sotto la guida di Kristjan Järvi e con Alexander Malofeev, "bimbo prodigio" di soli 16 anni, in veste di pianista. Il programma della serata si aprirà con le note meditative del "Canto del cigno" di Pärt per concludersi con "L'uccello di fuoco" di Stravinsky.
    Altro appuntamento del ricco cartellone del festival, il 5 settembre, sarà l'esibizione di Teodor Currrentzis, ribelle della musica classica che, col suo ensemble MusicAeterna e il coro omonimo, giungerà a Merano dalla Siberia per eseguire brani a cappella di Talis, Purcell, Schnittke e Ligeti, terminando col Requiem di Mozart.
    Sensazioni intense sono attese, il 14 settembre, da Simone Kermes e i suoi Amici Veneziani che si cimenteranno col tema dell'amore; lo stesso vale per 4 Times Baroque, che il 19 settembre, rievocheranno la corrente musicale delle "follie" del Settecento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA