Cavalcata, vetrina dei costumi sardi

Festa laica nata per visitatori illustri oggi dedicata a turisti

Redazione ANSA SASSARI

SASSARI - Si rinnova la tradizione della "Cavalcata Sarda". A Sassari è tutto pronto per la "Festa della bellezza", la manifestazione primaverile, alla 68/a edizione, con cui si celebra il folclore sardo con la sfilata dei costumi tipici provenienti da ogni parte dell'Isola.
    Il 21 maggio si ripeterà la più grande festa laica che si celebra nell'Isola, un omaggio ai colori, ai profumi e ai sapori di una terra che in questo modo, già dal secolo scorso, omaggiava l'arrivo dei visitatori più illustri. Oggi la Cavalcata è il modo per accogliere i turisti, per inaugurare la stagione dell'accoglienza attraverso una festa in cui Sassari, in nord ovest e tutta la regione mettono in mostra le loro eccellenze. Il clou sarà il consueto sfoggio di abiti e gioielli dei tanti figuranti che di buon mattino intraprenderanno il tragitto da corso Margherita di Savoia per via Asproni, via Roma, piazza d'Italia, e le vie Cagliari e Brigata Sassari, l'emiciclo Garibaldi, e i viali Italia e Mancini.
    I gruppi saranno 75 e daranno vita a uno spettacolo unico nel suo genere, con oltre tremila costumi in rappresentanza di 70 comuni, seguiti da 23 gruppi a cavallo. Un percorso di quasi due chilometri. Nel pomeriggio, dalle 16, lo spettacolo si sposta all'ippodromo Pinna per le pariglie a cavallo: amazzoni e cavalieri si esibiranno in spettacolari acrobazie in corsa, dando prova di abilità e coraggio. La manifestazione sarà accompagnata da canti e danze tradizionali. La rassegna inizierà sabato sera alle 19 in piazza d'Italia e riprenderà il giorno dopo alla stessa ore: launeddas, canti a tenores, a fisarmonica e l'organetto chiuderanno la festa in un'atmosfera unica. Ci saranno le bancarelle dedicati ai prodotti tipici dell'agroalimentare e dell'artigianato sardo, ma anche gli spazi per degustare i piatti della tradizione in versione "street food". Previsti anche eventi collaterali, per una festa che di fatto inizierà domani sera con Trimpanu, la rassegna di musica etnica con annesso festival internazionale di World Music, in piazza Fiume. Fra le migliaia di spettatori anche turisti che arrivano da Israele, Giappone, Francia e Inghilterra, e da varie parti d'Italia. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA