Notte della Taranta ad Acaya, tamburelli , violini e stelle

Quinta tappa festival itinerante, Fratelli Mancuso e Inchingolo

Redazione ANSA ACAYA (LECCE)

  ACAYA (LECCE) - Saranno i tamburelli e i violini della Taranta ad accompagnare le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo ad Acaya (Lecce) che, giovedì 10 agosto, ospiterà la quinta tappa del festival itinerante della musica tradizionale salentina. L'appuntamento è al Largo Castello, dalle 21.30: La Notte della Taranta, informano gli organizzatori, arriverà nel suggestivo borgo regalando musica in una cornice disegnata fra la storica Porta e la fortificazione tardo rinascimentale progettata e realizzata da Gian Giacomo dell'Acaya. Si partirà con il concerto dei Fratelli Mancuso, per la rassegna 'Altra tela', intitolato 'Come albero scosso da interna bufera' e ispirato a un verso del poeta Eugenio De Signoribus.
    Seguirà l'esibizione di' Ruggiero Inchingolo & Suoni dal Mediterraneo Project', per uno spettacolo in cui il ritmo travolgente del tamburello di Carlo De Pascali, detto 'Canaglia', stuzzicherà il violino.
    Dopo aver ricevuto il premio Sound Track Stars al Festival di Venezia per la colonna sonora del film 'Via Castellana Bandiera' della regista Emma Dante, i fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso propongono al pubblico de La Notte della Taranta la propria ricerca musicale. Per loro cantare è l'unico modo efficace per esprimere il rapporto con un mondo che cambia e può provocare turbamento, nella sua costante altalena fra sicuro e incerto, passato e futuro: con la musica, quindi, i Mancuso cercano di placare la bufera che talvolta scuote ogni singola foglia, ogni esile radice della nostra anima. L'etnomusicologo Inchingolo, violinista e polistrumentista, è stato fra i primi animatori del movimento di riscoperta della pizzica. Allievo di Luigi Stifani, da cui ha imparato a suonare le pizziche terapeutiche, alterna all'attività concertistica quella didattica: dal 1993 dirige il Centro studi didattica della Musica e Tradizioni popolari Il Giardino dei Suoni. Dal 1995 al 2000 è stato violinista e arrangiatore nel gruppo Officina Zoè con cui ha suonato nel film 'Sangue vivo' di Edoardo Winspeare. Info: www.lanottedellataranta.it.
    

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: