Al via rete museale Uomo di Altamura

Inaugurazione il 30 marzo e apertura al pubblico dal 31

Redazione ANSA BARI

ALTAMURA (BARI) - La Rete Museale Uomo di Altamura sarà inaugurata il prossimo 30 marzo e aperta al pubblico da venerdì 31. Dopo l'evento del 26 aprile 2016, in cui furono presentate in anteprima mondiale le immagini del volto dell'Uomo di Altamura, con l'apertura della Rete Museale sarà finalmente fruibile dal vivo la ricostruzione a grandezza naturale dell'Uomo di Altamura, realizzata dai paleo-artisti olandesi Adrie e Alfons Kennis. Le tre sedi, Palazzo Baldassarre, Centro visite di Lamalunga e secondo piano del Museo Nazionale Archeologico con una sezione dedicata al Paleolitico della Puglia e all'Uomo di Altamura, sono state completate, allestite e rese fruibili dal Comune di Altamura grazie a fondi europei e regionali.
    "Il Sud Italia si arricchisce di un nuovo contenitore museale dedicato al più importante Neanderthal del mondo - ha dichiarato il sindaco di Altamura, Giacinto Forte - Ringrazio la Regione Puglia, il Polo Museale della Puglia, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari, il Parco Nazionale dell'Alta Murgia e tutti coloro che si sono impegnati con l'Amministrazione Comunale per il raggiungimento di questo grande traguardo. L'evento-convegno del prossimo 30 marzo sarà anche l'occasione per comunicare importanti novità relative all'imminente percorso di tutela e valorizzazione della Valle dei Dinosauri, il più esteso e importante giacimento di orme del mondo, recentemente acquisito al patrimonio pubblico dalla mia Amministrazione Comunale".
    L'evento inaugurale, con una cerimonia alle 18 nel Teatro Mercadante di Altamura, sarà preceduto da un tour guidato nelle tre location della Rete Museale dedicato a rappresentanti della istituzioni e giornalisti. Durante la cerimonia inaugurale Poste Italiane effettuerà poi un Annullo Filatelico Speciale relativo all'inaugurazione della Rete Museale Uomo di Altamura.
    All'evento parteciperanno, oltre a rappresentanti istituzionali, anche Giorgio Manzi, paleoantropologo dell'Università 'La Sapienza' di Roma e David Caramelli, paleogenetista all'Università di Firenze, oltre al giornalista Rai Osvaldo Bevilacqua e al ricercatore del Cnr Mario Tozzi.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA