Arte piemontese in mostra a Venezia

In concomitanza con Biennale dell'Arte, anche 500 e Barolo

Redazione ANSA TORINO

TORINO - Una mostra con opere di alcuni tra i maggiori artisti piemontesi, come Michelangelo Pistoletto, Pinot Gallizio, Pelizza da Volpedo, Mollino, ma anche 'oggetti' che caratterizzano il 'made in Piemont', come la prima Fiat 500 del 1957, il Barolo, la Fiera del Tartufo..., inaugura il 7 maggio Venezia Combo, un nuovo spazio culturale a 360 gradi nell'ex convento di Gesuiti a Cannareggio, a Venezia.
    La mostra, intitolata 'The Piedmont Pavillon' e promossa dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e dal Castello di Rivoli, con il sostegno di Compagnia di San Paolo e Regione Piemonte, è stata presentata oggi alla Fondazione Sandretto.
    Si terrà in concomitanza con la 58/a Biennale dell'Arte di Venezia e verrà allestita come una sorta di piece teatrale.
    "Non potevamo fare un padiglione perché il Piemonte non è una nazione - spiegano Carolyn Chistov-Bakargiev, direttore del Castello di Rivoli e Patrizia Sandretto - ma abbiamo lavorato in concerto con la Biennale per un progetto davvero innovativo".(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: