Biblioteca 'Albino' di nuovo fruibile

Firmato accordo per passaggio proprietà da Provincia a Mibact

Redazione ANSA CAMPOBASSO

CAMPOBASSO - Riapertura prevista a settembre per la Biblioteca 'Albino' di Campobasso. Ad annunciarlo è il direttore del polo museale del Molise, Leandro Ventura, in un incontro con la stampa in cui è stato è stato formalizzato il passaggio di proprietà della struttura (ex Provincia Campobasso) al Demanio dello Stato e, quindi, al ministero dei Beni Culturali e del Turismo (Mibact). È il primo accordo in Italia che viene ufficializzato. "Oggi - ha spiegato - iniziamo un percorso. Dobbiamo lavorare sulle varie procedure finalizzate alla riapertura della Biblioteca: nomine del personale, direttore, incarichi per tutte le figure professionali, riattivazione delle utenze ed altro.
    Ringraziamo la Regione e il governatore, Paolo di Laura Frattura, che ci ha garantito un sostegno finanziario. In tal senso ci sarà una collaborazione tra Regione e ministero. Siamo al primo passo nel percorso che vedrà il passaggio al Mibact anche di altri immobili elencati nell'Accordo di valorizzazione.
    Tra questi, 'Palazzo Mazzarotta' di Campobasso, sede del Museo Sannitico" e di alcune strutture nei pressi del Museo del Paleolitico di Isernia". Presenti alla conferenza stampa anche il Governatore, Paolo di Laura Frattura, il presidente della Provincia, Antonio Battista, e il Direttore regionale Abruzzo e Molise dell'Agenzia del Demanio, Vittorio Vannini.
    "Avevamo fissato alcuni obiettivi - ha detto Frattura - tra questi la situazione del personale della Provincia che era in oggettive difficoltà e rischiava la mobilità qualora non avessimo trovato soluzioni adeguate, le funzioni della Biblioteca e la gestione del patrimonio. Siamo riusciti a mettere a sistema - ha concluso - Stato, Regione e Provincia per una opportunità culturale". "Ringrazio tutti per l'impegno profuso in questa operazione - ha osservato il presidente della Provincia, Antonio Battista - siamo pronti alla massima collaborazione. L'importante è che la strutturi resti a Campobasso". "Vorremmo studiare per Campobasso, insieme a Regione, Comune e Provincia - ha aggiunto Vittorio Vannini - un 'Piano città'. Se collaboriamo, sicuramente raggiungeremo traguardi importanti". Prossimo obiettivo, dunque, potrebbe essere la struttura che ospita la Scuola allievi carabinieri dove potrebbe nascere un 'polo' a servizio dell'Arma e dei Carabinieri forestali in modo da ridurre i canoni di locazione passivi, relativi alla sede dell'ex Corpo forestale dello Stato, a carico della Regione. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA