Michael Nyman a Fano Jazz by the sea

Da 22 al 30 luglio, in cartellone anche Scofield e Fresu

Redazione ANSA

FANO (PESARO URBINO) - Sarà il pianista e compositore inglese Michael Nymam ad aprire a Fano la 25/a edizione di Fano Jazz By The Sea (22-30 luglio), organizzata dal Fano Jazz Network in collaborazione con Comune, Mibact e sotto la direzione artistica di Adriano Pedini. Nyman proporrà una carrellata delle melodie per il cinema che lo hanno reso famoso mentre parte degli incassi del concerto saranno devoluti alle popolazioni marchigiane terremotate. In cartellone anche il rinomato chitarrista americano John Scofield con la sua Uberjam Band (23 luglio); il supertrio formato dal percussionista indiano Trilok Gurtu, da Paolo Fresu e dal pianista cubano Omar Sosa (24 luglio); il cantante e polistrumentista britannico Jacob Collier, fresco vincitore di due Grammy Award (25 luglio); i Bokantè, gruppo multietnico nato da una costola degli Snarky Puppy (26 luglio); il raffinato pianista armeno Tigran Hamasyan (27 luglio); il quartetto costituito dal pianista Giovanni Guidi, dal trombonista Gianluca Petrella, dal clarinettista francese Louis Sclavis e dal batterista americano Gerald Cleaver (28 luglio); il trio del pianista spagnolo Chano Dominguez che mescola jazz a flamenco (29 luglio). Due le 'trasferte': il quartetto del trombettista Fabrizio Bosso, il 14 luglio al Teatro dell'Aria di Gradara (Pesaro Urbino) e la festosa chiusura al Furlo con l'africana Gangbe Brass Band del Benin (30 luglio). Il festival ritorna alla Rocca Malatestiana (vi era stato nel '96), con una capacità di 800 posti a sedere, e avrà numerosi eventi collaterali: dalla sezione Young Stage, ogni sera alle 23 alla Sala Malatestiana, alla rassegna "Gli echi della migrazione", con alcuni dei più noti esponenti del jazz italiano (nel pomeriggio alla Pinacoteca San Domenico, dal 25 al 29 luglio); dalle escursioni in barca a vela a proiezioni di film, mostre fotografiche e pittoriche, agli "Aperitivi in jazz" per le vie e nelle piazze del centro storico e del lungomare per finire al Jazz Village nei giardini antistanti la Rocca nel segno della sostenibilità.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA