'La devota bellezza' di Sassoferrato

Dal 17/6 al 5/11 60 opere,anche 21 disegni Collezione reale Uk

Redazione ANSA ANCONA

ANCONA - Ci saranno anche 21 disegni provenienti dalla Collezione Reale Britannica mai esposti prima in Italia e gentilmente concessi dalla regina Elisabetta II, tra le 60 opere della grande mostra 'La devota bellezza' dedicata a Giovan Battista Salvi (1609-1685), detto il Sassoferrato, in programma a Palazzo Scalzi di Sassoferrato (Ancona) e nella sede collegata del Monastero di Santa Chiara dal 17 giugno al 5 novembre prossimi. La mostra è curata da Francois Macè de Lepinay e da Stefano Papetti ed è il risultato di una scommessa tra il sindaco di Sassoferrato Ugo Pesciarelli e il presidente della Fondazione Carifac Marco Ottaviani, che nel 2009 promise di finanziare l'iniziativa se fossero stati esposti i disegni della Collezione reale. L'esposizione correla direttamente ai disegni di casa Windsor nove opere, più altre 17 provenienti dal territorio umbro-marchigiano, sei da altre regioni, e sette disegni. Tra i capolavori esposti la Santa Lucia da Palazzo Ghigi di Ariccia, il Ritratto di Cardinale del Museo d'Arte Medievale e Moderna di Padova, e il Gesù Cristo Crocefisso con la Madonna e San Giovanni Evangelista della Civica Raccolta d'Arte di Sassoferrato. La mostra rappresenta anche un nuovo modo di valorizzare il territorio: la Carifac ha promosso start up e cooperative (una sessantina i collaboratori coinvolti per 25 mila visitatori previsti). Coinvolte anche altre fondazioni e le associazioni di categoria che hanno preparato pacchetti turistici ad hoc.(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA