Capolavori macchiaioli da raccolte lombarde

Dal 20/10 a Milano 35 opere da Fattori a Lega a Signorini

Redazione ANSA ROMA

MILANO - L'evoluzione stilistica del movimento macchiaiolo attraverso le opere più significative di maestri quali Giovanni Fattori, Telemaco Signorini, Silvestro Lega, Giuseppe Abbati, Nino Costa, Odoardo Borrani (e altri ancora) è al centro di una grande mostra allestita dal 20 ottobre al 25 febbraio negli spazi della GamManzoni a Milano. Esposti 35 capolavori che insieme documentano la fortuna della Macchia, considerata la rivoluzione pittorica dell''800 italiano, nelle collezioni private lombarde. La rassegna, dal titolo 'I Macchiaioli. Capolavori da collezioni lombarde', è stata realizzata con il patrocinio del comune di Milano, Città Metropolitana, Regione Lombardia e Commissione Europea. A curarla Francesco Luigi Maspes ed Enzo Savoia, che hanno messo a punto una selezione di opere di indiscussi maestri, divenuti in breve tempo portavoce di un nuovo modo di sentire la pittura, capace di cogliere il senso del vero, in contrapposizione allo spirito accademico imperante nella cultura italiana del tempo.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA