Riapre teatro romano di Ventimiglia

L'Albintimilium torna a ospitare performance teatrali

Redazione ANSA VENTIMIGLIA (IMPERIA)

VENTIMIGLIA (IMPERIA) - A Ventimiglia ha riaperto al pubblico, dopo un lungo intervento di restauro iniziato nel 2012 per un costo complessivo di circa un milione e mezzo di euro, il Teatro romano di Albintimilium. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti, oltre a una delegazione del Comune con il sindaco Enrico Ioculano anche rappresentanze della Sovrintendenza ai Beni Archeologici della Regione, con il sovrintendente Vincenzo Tinè, il direttore del Polo museale della Liguria Serena Bertolucci e Valentina Fiore, direttore dell'area archeologica del Nervia. "Il teatro, costruito interamente in 'pietra della Turbie' nel II-III secolo dopo Cristo, costituisce uno degli esempi meglio conservati di questo tipo di struttura di tutta l'Italia nord-occidentale, anche se restano a oggi visibili solo le gradinate del primo ordine - ha spiegato Fiore -. La struttura ebbe vita piuttosto breve forse anche per lo scarso interesse dei contemporanei per il genere di spettacoli che era destinata a ospitare". L'intera struttura rimase nascosta per secoli dalle sabbie della vicina spiaggia per tornare alla luce solo a partire dalla seconda metà del XIX secolo. Il programma estivo del teatro si apre venerdì 10 agosto, con la messa in scena dell'Aulularia di Plauto, realizzata dalla Compagnia Lunaria Teatro per proseguire il 14 agosto con uno spettacolo all'interno della rassegna Liguria delle arti organizzata da Teatro Ipotesi fino ad arrivare al concerto-tributo ai Pink Floyd domenica 19 agosto. Si conclude il 31 agosto con lo spettacolo di poesia Dell'amore le parole a cura di Liber Theatrum. Il 14 agosto, giorno prima di Ferragosto il teatro sarà aperto con ingresso gratuito dalle 14 alle 20, con visite guidate gratuite alle 18 e alle 19. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA