Battaglia Montagnola, doppio ricordo

Nuovo scenario online dedicato all'Ottocento per la ricorrenza

Redazione ANSA BOLOGNA

 BOLOGNA - Due iniziative per ricordare la battaglia della Montagnola, combattuta l'8 agosto 1848 tra i cittadini bolognesi e le truppe dell'impero austriaco. Le ha messe in programma per domani l'Istituzione Bologna Musei - Museo civico del Risorgimento. La prima è l'ampliamento del portale web 'Storia e Memoria di Bologna' con un nuovo scenario tematico dedicato all'Ottocento (www.storiaememoriadibologna.it/ottocento); la seconda è la speciale visita guidata 'È successo un QUARANTOTTO!' che, attraverso un percorso notturno nel cimitero monumentale della Certosa, rievoca personaggi e vicende del Risorgimento a Bologna. Lo scenario monografico sull'Ottocento costituisce un ulteriore capitolo che va ad arricchire il progetto digitale a cura del Museo civico del Risorgimento, che si propone di creare e rendere accessibile a tutti gli utenti web una memoria collettiva, cittadina e nazionale, sugli avvenimenti storici di Bologna e della sua area metropolitana nel periodo compreso tra l'età napoleonica e la Liberazione del 1945. Organizzato come i tre scenari già consultabili, focalizzati su Certosa di Bologna, Prima Guerra Mondiale e Lotta di Liberazione 1943-45, il nuovo spazio di approfondimento sull'Ottocento è concepito come un macro-contenitore di informazioni storiche ed artistiche organizzate attraverso le biografie di illustri e anonimi protagonisti, i racconti degli eventi, le descrizioni dei luoghi, le opere e le organizzazioni sociali. In alcuni casi, le informazioni sono arricchite da contenuti multimediali ed altre fonti come documenti e immagini.
    La vittoriosa battaglia della Montagnola, che costrinse i soldati austriaci al ritiro, è simboleggiata dal monumento in bronzo al 'Popolano' di Pasquale Rizzoli posto all'ingresso della collina della Montagnola nel 1903. Sarà inoltre celebrata domani con la visita guidata speciale, percorso notturno con Roberto Martorelli e Mirtide Gavelli per rievocare, attraverso alcuni monumenti del cimitero monumentale della Certosa, personaggi e vicende di quel momento storico.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA