Bologna spinge portici patrimonio Unesco

Il sindaco: 'La macchina della candidatura è pienamente avviata'

Redazione ANSA BOLOGNA

 BOLOGNA - "Stiamo lavorando sodo per ultimare la candidatura dei portici di Bologna a patrimonio Unesco". Lo ricorda il sindaco della città emiliana Virginio Merola su Twitter. La "macchina" della candidatura "è ormai pienamente avviata", scrive il primo cittadino nella sua newsletter settimanale.
    Il sindaco spiega di aver costituito un gruppo di lavoro tecnico che si occuperà della redazione del dossier che in due anni porterà la candidatura al responso finale. "Per il 2021 - auspica - contiamo quindi di sapere se uno dei simboli di Bologna per eccellenza, 42 chilometri di portici di diverse epoche storiche, avrà questo prestigioso riconoscimento. E sarà tutta la città a provarci". Dal 2006, ricorda il Comune, i portici di Bologna sono inseriti nella 'tentative list' italiana dei siti candidati a diventare patrimonio mondiale Unesco.
    A settembre 2019 una versione preliminare del dossier sarà consegnata al Consiglio di Parigi e da quel momento inizierà la fase delle osservazioni. La consegna definitiva del dossier è prevista per febbraio 2020. Poi, nell'autunno dello stesso anno, seguirà la visita degli ispettori. Infine, a febbraio 2021, la città avrà il responso della commissione valutatrice.
    L'Italia è il Paese con il maggior numero di siti Unesco al mondo (54). La lista è sempre più selettiva per ottenere un bilanciamento tra i siti europei ed extraeuropei. L'Italia può presentare a Parigi una sola candidatura all'anno.(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: