A Bologna la mostra '1938 La storia'

Al Museo ebraico manifesti e documenti sulle leggi razziali

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - Focalizzare uno dei periodi più bui della storia d'Italia, dal 1938 al 1943, con la promulgazione delle leggi razziali, in cui gli ebrei vennero esclusi da ogni ambito della società. E' '1938 La storia', la mostra che si aprirà il 26 gennaio a Bologna, al Museo Ebraico per le manifestazioni del Giorno della memoria, aperta fino al 10 marzo. Curato da Marcello Pezzetti e Sara Berger, il percorso espositivo racconta, con fotografie, manifesti, documenti, giornali e filmati, molti inediti, la preparazione e l'ideazione per la 'difesa della razza', fino al provvedimento finale del 17 novembre 1938. Nel denso di programma di iniziative sono previste anche presentazioni di libri e di film in Cineteca, oltre a 'Camelia.
    Con gli occhi aperti, col cuore fermo', mostra storico documentaria su Camelia Matatia, giovane ebrea bolognese perseguita durante la Shoah, dal 19 al 28 gennaio al centro studi Didattica delle Arti e curata dagli studenti del liceo artistico Arcangeli. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA