In mostra a Cosenza l'arte del bonsai

Rassegna nazionale l'8 e il 9 ottobre al chiostro di S.Domenico

Redazione ANSA COSENZA

COSENZA - La millenaria arte del bonsai, nata da un'antica pratica cinese e successivamente influenzata dal buddismo zen giapponese, sarà al centro a Cosenza di una mostra nazionale in programma l'8 e il 9 ottobre nel Chiostro di S.Domenico.
    L'iniziativa dedicata a bonsai e suiseki, giunta alla terza edizione, è organizzata dal "Club Bonsai Limpha Nigra" di Cosenza e patrocinata dal Comune. In mostra, nella due giorni, bonsai provenienti da numerosi club d'Italia che parteciperanno all'evento. Porte aperte ininterrottamente dalle 10 alle 20 con i visitatori che avranno la possibilità non solo di ammirare moltissimi bonsai, quanto di interagire con gli esperti maestri.
    Potranno, inoltre, apprendere utili informazioni e tecniche relative alla cura dei famosi "alberi in miniatura".
    L'ingresso alla mostra è gratuito.
    "Il Comune di Cosenza - spiega l'assessore alla comunicazione, turismo, marketing territoriale e Grandi eventi Rosaria Succurro - ha accolto con particolare entusiasmo la proposta del Club Limpha Nigra sia perché consentirà di approfondire la conoscenza di un'arte ricca di storia e che presenta tante e appassionanti sfaccettature, ma anche perché, con la presenza di numerosi delegati provenienti dai maggiori club italiani, potrà rappresentare un utile volàno per il potenziamento in città dei flussi turistici. L'auspicio - ha concluso Succurro - è che la manifestazione possa istituzionalizzarsi e diventare un appuntamento annuale per la nostra città". Il Club Limpha Nigra di Cosenza opera ufficialmente dal 2005, seppure i suoi componenti abbiano decenni di esperienza nel settore. Organizza corsi di formazione, laboratori, escursioni e momenti di aggregazione riguardanti il multiforme mondo dei bonsai.
    Tutto è scaturito dall'amore per la natura e dal desiderio di portare un po' dei meravigliosi boschi della Sila "dentro casa", mediante le tecniche che i maestri giapponesi hanno tramandato agli appassionati di questa straordinaria arte. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA