Potenza, il 'ponte Musmeci' opera d'arte

In un libro il lavoro dell'ingegnere romano che lo progettò

Redazione ANSA POTENZA

POTENZA - Il volume "L'opera d'arte di Potenza. Il ponte di Sergio Musmeci" - che racconta la storia del ponte che è diventato una porta contemporanea di accesso al capoluogo della Basilicata e, nel 2003, ottenne il "vincolo monumentale" di opera d'arte come "prima opera infrastrutturale attraversabile" - è insieme un breve viaggio nell'architettura, nelle idee di un professionista (Sergio Musmeci, Roma 1926-1981) che ha lasciato il segno, nel lavoro che cambia il volto delle nostre città.

Dopo una progettazione cominciata nel 1967, il ponte fu costruito tra il 1971 e il 1976, ma fu aperto al traffico nel 1975. Realizzando il ponte, Musmeci portò a compimento i suoi studi sul "minimo strutturale". Infatti, il ponte ha una "forza avveniristica" avvertibile ancora oggi: forza che venne compresa anche a quell'epoca e che fece superare gli ostacoli alla sua costruzione. Colpiscono, nell'era dei tweet, il telegramma dell'allora Ministro del Tesoro, Emilio Colombo (1920-2013) che annuncia che la Cassa per il Mezzogiorno ha approvato il progetto di massima dell'opera, e alcune lettere fra Musmeci e il Consorzio industriale di Potenza.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: