In Basilicata la festa del Maggio

Ad Accettura dal 3 al 6 giugno. Il 23 aprile la prima 'scelta'

Redazione ANSA

POTENZA - E' una "tra le 47 feste più belle del Mediterraneo", secondo l'itinerario "Les fetes du Soleil", patrocinato dall'Unesco: ad Accettura, paese della collina materana, dal 3 al 6 giugno si terrà la festa del Maggio, un rito arboreo centenario che si ripete ogni anno nei giorni di Pentecoste.
    La festa "viene dedicata - è spiegato in un comunicato diffuso dal Comitato organizzatore - a San Giuliano, un giovane dalmata che cercava di diffondere la sua fede con coraggio e che, per questo, venne torturato e giustiziato a Sora.
    Dall'archivio di Accettura si rileva che il culto di San Giuliano è cominciato a manifestarsi dal 1725, anno in cui San Giuliano divenne protettore del paese".
    Il 23 aprile, prima domenica dopo Pasqua, "è il primo appuntamento della lunga e complessa cerimonia della sagra del Maggio che culmina nelle manifestazioni della domenica di Pentecoste e si conclude il giorno del Corpus Domini". All'alba "dalle campagne del paese, massari e boscaioli converranno verso il bosco di Montepiano, una cerreta di circa mille ettari, a pochi chilometri dall'abitato. Sono gli esperti deputati alla scelta dell'albero più alto e più dritto, che fungerà da maschio nell'antico rito del Maggio. Gli esperti seguiti dai curiosi si aggireranno per il bosco, scruteranno le chiome, testeranno i tronchi, stabiliranno ad occhio l'altezza e alla fine sceglieranno l'albero sposo. Contestualmente saranno scelti altri cerri che faranno da corteo durante il trasporto e serviranno per innalzare il Maggio. Definite le scelte, gli alberi saranno contrassegnati con un puntone a forma di martello su cui è incisa la sigla SGM (San Giuliano Martire). E nel frattempo si prenderanno accordi per la domenica successiva per la scelta della Cima, il più aggraziato agrifoglio della foresta di Gallipoli".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA