Appuntamenti alla 'Torre del Cerrano'

Esperti a confronto su tutela dell'ambiente e visite guidate

Redazione ANSA PINETO (TERAMO)

PINETO (TERAMO) - L'Area Marina Protetta "Torre del Cerrano", a Pineto, ospita una serie di appuntamenti dedicati al mare e alla tutela dell'ambiente.
    - venerdì 9 settembre: workshop sulle aree protette abruzzesi "Dall'Appennino alle Onde" organizzato dall'AIGA, Associazione Italiana Giovani Avvocati (http://www.aiga.it/eventi-sezioni/dagli-appennini-alle-onde-la- tutela-ambientale-in-abruzzo-per-monti-e-mari/ ).
    - dal 14 al 17 settembre: XXXI Congresso di Protistologia, ramo della biologia che si occupa degli organismi unicellulari, organizzato dalla Società Italiana di Protistologia onlus, nata nel 2007 come rifondazione della Società Italiana di Protozoologia, affiliandosi alla Society of Protozoologists (U.S.A.); - giovedì 15 settembre: giornata aperta al pubblico, nell'ambito del XXXI Congresso di Protistologia. Alle 11:30 visita guidata speciale con l'inaugurazione di una parte del Museo del Mare ed emissione di uno speciale annullo filatelico curato da Poste Italiane in collaborazione con il Circolo Filatelico Numismatico di Roseto degli Abruzzi; - fine settembre, in data da definire, il progetto "Adriatic plus" porta nell'area marina protetta esperti in tema di ambiente e turismo. L'Area Marina Protetta, che con la Carta Europea del Turismo Sostenibile è un modello da seguire, fa da scuola in tutti i Paesi della MacroRegione Adriatica.
    "La nostra soddisfazione è tanta - spiega il presidente dell'Amp, Leone Cantarini - In questi mesi io, i miei colleghi del Consiglio di Amministrazione, il direttore e tutti i collaboratori dell'Amp, abbiamo lavorato su iniziative e programmi che dessero una connotazione precisa all'Area Marina.
    Un punto di riferimento culturale per una vasta area territoriale, ma anche fulcro sempre più accreditato per tutte le istituzioni che fanno ricerca sulle tematiche ambientali. Il lavoro da fare è ancora tanto, ma credo che in questi ultimi periodi siano stati fatti grossi passi avanti in questa direzione". IL TERRITORIO L'Area Marina Protetta (Amp) "Torre del Cerrano" si estende fino a 3 miglia nautiche dalla costa e si sviluppa per 7 km dei quali 2,5 di duna sabbiosa lungo la riva, dalla foce del torrente Calvano - che attraversa l'abitato di Pineto - al centro di Silvi (Teramo), alla corrispondenza a mare della stazione ferroviaria. La superficie dell'Amp è di circa 37 km quadrati e comprende una ristretta zona B, un quadrato di circa un km di lato di fronte a Torre Cerrano, una zona C di 14 km quadrati, che si sviluppa per l'intera estensione del fronte mare fino a circa 2 km dalla costa, e un'ampia zona D, di forma trapezoidale, di circa 22 km quadrati fino al limite delle tre miglia. Nelle dune dell'Area, dove si possono osservare specie di insetti come lo Scarabeus semipunctatus e il raro Lamprinodes pictus, nidifica il fratino (Charadrius alexandrinus), raro uccello migratore che frequenta la spiaggia da aprile a settembre inoltrato e che a primavera torna per la deposizione delle uova.
    LA TORRE DI CERRANO La Torre fu costruita nel 1568 dagli spagnoli, baluardo contro i pirati saraceni. Il fortilizio si affaccia fra le dune, completamente restaurato e sede del Centro di biologia marina, a due chilometri dal centro di Pineto.
    L'ANTICO PORTO Di fronte alla Torre, immerso fra le acque, si trova quello che viene indicato come l'antico porto della città di Hadria, probabilmente di epoca romana. L'esistenza del porto di Atri dall'antico Medioevo viene menzionata per la prima volta in uno scritto del Sorricchio ("Il comune atriano del XIII e XIV secolo", Atri 1983, doc. XIII, pagine 233-234), il quale ipotizzava che il culmine dell'attività di un porto in zona era intorno al VII secolo avanti Cristo. Anche il geografo augusteo Strabone nei suoi scritti cita l'esistenza, in età romana, di un porto connesso con Atri presso la foce del fiume Matrinus (per alcuni possibile nome antico del torrente Cerrano).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA