Le mostre del weekend, dagli Etruschi alla Bauhaus

Al Teatro Valle chiude l'omaggio a Peter Stein

Marzia Apice MACERATA

 MACERATA - Dalla scuola del Bauhaus a 100 anni dalla sua fondazione al lavoro di Peter Stein fino all'incredibile ricchezza delle necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia: sono alcuni degli appuntamenti che si potranno visitare il prossimo week end.
    MACERATA - Nelle sedi dei musei civici di Palazzo Buonaccorsi, la Biblioteca Mozzi Borgetti e Palazzo Pellicani Silvestri, in programma fino al 3 novembre la mostra "Bauhaus 100: imparare, fare, pensare". A 100 anni dalla fondazione della scuola che ha rivoluzionato il design e l'architettura, la mostra, inaugurata il 19 luglio, mette in relazione i documenti fondativi del movimento, con l'attività di Ivo Pannaggi, artista maceratese che ha frequentato la scuola di Walter Gropius, le opere dell'ingegno contemporaneo e le installazioni di artisti che guardano al futuro.
    TARQUINIA - Apre il 25 luglio "Etruschi maestri artigiani. Nuove prospettive da Tarquinia e Cerveteri", la mostra in programma fino al 31 ottobre nella doppia sede del Museo Nazionale Archeologico Cerite di Cerveteri e del Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia. La mostra nasce in occasione dell'iscrizione 15 anni fa delle necropoli di Cerveteri e Tarquinia nella lista del patrimonio culturale dell'umanità dell'UNESCO.
    TRENTO - E' stata inaugurata il 13 luglio al Castello del Buonconsiglio la mostra "Fili d'oro e dipinti di seta. Velluti e ricami tra Gotico e Rinascimento", in programma fino al 3 novembre. Il progetto, che illustra la storia dei tessuti sacri attraverso quadri e preziosi velluti e ricami tra '400 e '500, si compone di una quarantina di paramenti sacri, oltre a una selezione di dipinti su tavola che ne illustrano funzioni e fogge. Tra le opere anche il parato di papa Niccolò V del Museo del Bargello di Firenze, commissionato nel 1450 dalla città di Siena e donato al pontefice in occasione della canonizzazione di San Bernardino.
    ROMA - Fino al 3 novembre i Musei Capitolini rendono omaggio a Luca Signorelli, protagonista del Rinascimento italiano, con una selezione di circa 60 opere provenienti da collezioni italiane e straniere, molte delle quali per la prima volta esposte a Roma.
    Nelle 7 sezioni della mostra, intitolata "Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte", si racconta il primo soggiorno romano dell'artista e si offrono nuove letture sul legame diretto e indiretto fra l'artista e Roma. Ultimo weekend per "Nato a Berlino nel '37", il percorso multimediale allestito al Teatro Valle fino al 28 luglio per raccontare il lavoro registico del grande maestro di teatro. In mostra le foto di Tommaso Le Pera e il materiale originale della collezione Stein.
    CORIGLIANO D'OTRANTO - Alla Tabaccaia del Castello Volante di Corigliano d'Otranto fino al 31 ottobre grande omaggio a Letizia Battaglia: esposte dal 16 luglio 50 fotografie in bianco e nero che ripercorrono la carriera della fotografa, con una particolare attenzione al suo talento nel rappresentare le contraddizioni e le ferite di Palermo, ma anche le energie femminili, avvertite come possibile strumento di riscatto collettivo.
    ROMA - Fino al 29 settembre la Gnam ospita "On Flower Power. The Role of the Vase in Arts, Crafts and Design" l'esposizione che, focalizzandosi sul vaso di fiori, esplora la relazione la storia dell'arte, la storia delle arti applicate e la storia del design. Inaugurata il 16 luglio, la mostra presenta più di 80 opere che reinterpretano la tradizione e l'iconografia del vaso attraverso il design, la fotografia, la scultura e la pittura.
    JESOLO - "Tempi interessanti per la nostra storia" è la mostra che fino al 30 settembre presenta in alcune piazze di Jesolo le sculture monumentali di due autori contemporanei, Giacinto Bosco e Bruno Lucchi, che si aggiungono a quelle di Giacomo Manzù, Francesco Messina e Augusto Perez. Nelle 8 piazze coinvolte, che si sono trasformate in museo a cielo aperto, le sculture vengono combinate con le architetture avveniristiche della città come installazioni.
    CATANZARO - Chiude il 31 luglio al MARCA "Bauhaus 100 - Dal movimento moderno al razionalismo in Italia, fino al concetto di design contemporaneo", mostra che celebra il centenario della nascita della scuola Bauhaus. Nel percorso viene raccontata la scuola con i suoi protagonisti, i principi ed il metodo didattico, senza tralasciare le opere e il design degli oggetti iconici che ne hanno decretato il successo. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA