A Boston sui luoghi di John Fitzgerald Kennedy

Citta' Massachusetts celebra centenario nascita ex presidente Usa

di Gina di Meo

BOSTON - Il Massachusetts e i Kennedy e ancor piu' John Fitzgerald Kennedy e Boston. Un legame quasi di sangue con una madre Boston che ha prima dato la vita e poi plasmato colui che sarebbe diventato uno dei presidenti piu' famosi della storia americana e dopo la sua morte un figlio strappato che ha ridisegnato la storia della citta' in modo indelebile. Quasi non c'e' Boston senza il suo Jack (Jfk), che sia una strada, un parco, un ristorante, un albergo o un luogo d'attrazione. Un richiamo ancora piu' forte quest'anno in occasione del centesimo anniversario della sua nascita.

A Brookline, nella casa natale del futuro presidente

Jkf nacque infatti il 29 maggio del 1917 a Brookline, ricca cittadina nell'area metropolitana di Boston, e per un anno intero si susseguiranno manifestazioni per onorare la memoria del piu' giovane presidente mai eletto nella storia degli Stati Uniti. Aveva solo 43 anni.

 

A Harvard, studente poco modello ma atleta eccellente

Il grosso delle celebrazioni si terranno a Dorchester, appena fuori Boston, dove ha sede la JKF Library and Museum e deve e' possibile immergersi in quelli che sono stati i momenti salienti dei tre anni della presidenza Kennedy.

La biblioteca presidenziale a Boston, la memoria storica di Jfk

La prima mostra significativa si aprira' il prossimo 26 maggio e sara' intitolata 'JFK 100: Milestones & Mementos'. Si tratta di uno spaccato sulla carriera del presidente, la sua amministrazione nonché la sua vita privata e la sua famiglia.

Il centenario della nascita di Kennedy può essere il pretesto anche per essere in piccolo protagonisti della storia visitando alcuni luoghi 'storici' della sua esistenza. Vale la pena, ad esempio fermarsi per un te al Taj Hotel, uno dei piu' prestigiosi della citta', dove si dice che Kennedy, appunto nella Adam Room, abbia scritto il suo famoso discorso 'Ask not' per il suo giuramento il 20 gennaio del 1961.

Gironzolando per alberghi di lusso, e' d'obbligo anche fermarsi all'Omni Parker con una sbirciatina al ristorante, in particolar modo al tavolo 40 dove Jack chiese la mano a Jackie Bouvier nell'estate del 1953 e dove diede l'addio al celibato nello stesso anno. L'hotel e' anche il posto dove Kennedy annuncio' la sua candidatura al Congresso nel 1946.

Chiunque può prenotare il famoso tavolo numero 40 e cenare dove Jack e Jackie si sono scambiati il primo bacio da promessi sposi. Al Fairmont, invece, Jfk non mancava occasione di andare ogni volta che si trovava a Boston per andare a mangiare una zuppa di pesce. In questo sesto hotel, nel 1912, il nonno, l'allora sindaco di Boston John F. Fitzgerald partecipo' alla cerimonia di apertura.

Porta il nome Kennedy anche quello che può' essere considerato l'equivalente dell'Highline di New York a Boston. Il 'Rose F. Kennedy Greenway' e' un parco che si estende per circa 2 km e mezzo su un tunnel di un'autostrada. E' una sorta di polmone verde della citta' dove si può' passeggiare, andare in bicicletta, mangiare, assistere a delle mostre. Non e' esattamente un luogo kennediano ma dall'alto dei suoi 228 metri (276 con l'antenna), la Prudential Tower, soprannominata 'The Pru', e' il luogo ideale per aver una vista spettacolare su Boston e Cambrige, dove si trova Harvard e dove Kennedy si e' laureato. In cima, dall'osservatorio l'occhio può allungarsi fino ad una stanza superiore ai 150 km.

Un altro must a Boston e dintorni sono i crostacei, frutti di mari e molluschi nelle forme di aragoste, vongole, cozze, ostriche, granchi.

Le domeniche pomeriggio di Kennedy, stufato aragosta alla Union Oyster House

Oltre alla Union Oyster House tra i posti che meritano ci sono il 'Pier 6' con una splendida veduta sul Boston Harbor, il 'Met Back Bay' e Barking Crab il 'Beat Brasserie' a Cambrigde.

Info su www.bostonusa.com

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA