Iccrea Banca punta sul turismo con il progetto In Tour

Turismo innovativo per promuovere i territori e unire alberghi, trasporti, esperienze e cultura

Redazione ANSA

RIMINI - Prenotare un albergo su Booking, un ristorante su The Fork e un tour su Tripadvisor... Oppure? Oppure rivolgersi alla propria banca di fiducia e organizzare tutto tramite qualcuno che già si conosce e a cui si sono già affidati i nostri risparmi. Magari con sconti e proposte personalizzate. E' la novità d'autunno presentata dal Gruppo bancario Iccrea con il progetto “In Tour – Innovative Tourism”.

Il primo progetto bancario integrato dedicato agli albergatori, alle principali attrazioni turistiche e culturali del territorio e ai produttori locali, per assicurare un’esperienza di viaggio a 360 gradi. E soprattutto ai viaggiatori.

L’iniziativa che ruota attorno ai sistemi di pagamento e mette assieme accomodation, consumi e trasporti, grazie al ruolo di CartaBCC e al marketplace Ventis.it, insieme ad altri player del settore turistico.

"Vogliamo promuovere tutto il territorio italiano e le sue grandi ricchezze, anche quelle delle zone comunemente al di fuori del turismo di massa" spiega all'ANSA Gabriele Nanni, Gestore delle Relazioni Istituzionali di Iccrea Banca e responsabile del progetto "In Tour". 

"Tutto - aggiunge - è incentrato su una piattaforma digitale che gli hotel possono proporre al turista, dove gli albergatori raccolgono le esigenze del cliente e segnalano poi le opportunità culturali e di svago, lo shopping da produttori locali di qualità, e i sistemi di trasporto utili per spostarsi e vivere il territorio".

"Il progetto - dice ancora - ha visto la partecipazione attiva di oltre 70 Banche di Credito Cooperativo e, finora, è stato introdotto in alcune delle zone più turistiche d’Italia tra cui Rimini e la riviera romagnola, la costiera amalfitana e il Lago di Garda, con il coinvolgimento di oltre 1.000 hotel". Contestualmente, con il graduale sviluppo del progetto e l’accompagnamento da parte delle Banche di Credito Cooperativo, gli albergatori potranno contare su un potenziale bacino di riferimento pari a 17.000 dipendenti e oltre 4 milioni di clienti del Credito Cooperativo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: