Vcanze in barca a vela con Sailsquare

Community da 60 mila utenti. Che ora assume per girare mondo

Redazione ANSA

(di Daniela Giammusso) Ma chi l'ha detto che la vela è solo per ricchi o lupi di mare? In tempi di sharing economy la vacanza in barca è social e si condivide. Basta un click. E' la piccola rivoluzione lanciata da Sailsquare, piattaforma on line che mette in contatto skipper e viaggiatori. E che dal 2013 a oggi è cresciuta fino a diventare una community da oltre 60 mila amanti del mare.
    ''L'idea è nata da un ragionamento - racconta all'ANSA Riccardo Boatti, fondatore del portale insieme a Simone Marini - Il Mediterraneo è il primo bacino al mondo per le vacanze a vela.
    Ma se esisteva lo sharing per case, auto, tempo libero, non c'era nulla di veramente strutturato e sicuro per il mercato nautico. Che negli ultimi 15 anni è molto cambiato: le barche a vela prima erano solo per veri esperti, scomode, senza frigo ne' acqua calda. Oggi le cabine hanno l'aria condizionata, le barche sono maneggevoli, tecnologiche e molto più accessibili di prezzo. Tanto che l'interesse è diventato mainstream. In barca sale davvero chiunque''. Sailsquare ha quindi messo insieme proprietari/skipper e chi ha voglia di una vacanza diversa, davvero a contatto con il mare.
    Migliaia le proposte offerte, per semplici week end, vacanze o grandi avventure. E ovviamente si può partire anche da soli, pronti a fare amicizia a bordo, ''per una volta fuori contesto, senza filtri e sovrastrutture''. Basta iscriversi e contattare lo skipper, prenotando il proprio posto online. Ogni utente ha un profilo dove raccontarsi e mostrare le recensioni di chi ha già condiviso con lui un'esperienza. E prima di partire si può comunicare anche con skipper e futuri compagni di viaggio. ''Tutto in sicurezza, per i pagamenti e una volta a bordo'', assicura Boatti. Il viaggiatore tipo? ''Ha tra i 30 e i 45 anni, ma abbiamo anche over 60 o ragazzi di vent'anni - racconta - In Italia, arrivano soprattutto dai grandi centri urbani, come Roma e Milano, dove sono più abituati alle piattaforme e allo sharing. Con una piccola percentuale in più tra le donne, che forse per indole sono più coraggiose''. Oggi sulla piattaforma sono presenti ''1650 skipper da 27 paesi. Il 70% è sharing , solo il 30% lo fa per professione, con clienti anche dal resto d'Europa, America, Brasile. Per il proprietario è un modo per trovare compagni di viaggio e mantenere la barca, che oggi è più costoso che comprarla. E chi viaggia può risparmiare anche il 20-30% sul prezzo standard, ma con un valore elevatissimo in più''. Già perché oltre all'itinerario, ogni skipper porta la propria atmosfera. Come ''Lorenzo e Annalisa, d'inverno informatici, quest'estate nei mari della Grecia, che da bravi emiliani anche a bordo ogni mercoledì stendono le tagliatelle''.
    Andrea e sua moglie Kikka invece propongono un'avventura indimenticabile tra i fiordi della Groenlandia. E c'è anche chi ha trovato amici per veleggiare dalla Patagonia all'Antartide. Avventure che restano indelebili negli occhi di chi le vive, tanto che ora Sailsquare è alla ricerca di un Media Crew and Quality Tester, uno di quei lavori dal nome bizzarro, ma da fare invidia al mondo: la persona scelta, regolarmente assunta a tempo indeterminato, viaggerà in tutti i mari del mondo, dal Mediterraneo ai Caraibi alla Thailandia, raccogliendo materiale, fotografie, interviste per raccontare l'esperienza sulla piattaforma. Requisiti, disponibilità a spostarsi di continuo, essere ''smart'', appassionato di fotografia e scrittura creativa.
    ''Perché una vacanza in barca a vela? Perché si vive il mare in un modo unico - conclude Boatti - Al mattino, ci si alza e per prima cosa ci si tuffa in acqua: una sensazione ineguagliabile.
    E poi il silenzio, gli odori. Può capitare anche di vedere delfini e balene. Senza essere ammassati uno sull'altro come in spiaggia. I bambini sono felici e si capisce davvero il rispetto per la natura. Dovrebbero provarla tutti, almeno una volta nella vita''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: