Da Maui a Favignana, ecco 15 isole da sogno

Atolli corallini che scompaiono, rifugi paradisiaci protetti, luoghi sconosciuti per una fuga esotica

di Ida Bini

FAVIGNANA - Rennell è un piccolo atollo corallino al largo delle isole Salomone; è ricoperto da una fitta foresta e da un grande lago, habitat di numerose specie endemiche, ed è circondato da isolotti che affiorano a pelo d’acqua. Questo piccolo paradiso ha un ecosistema unico al mondo, così prezioso che l’Unesco l’ha inserito tra i patrimoni dell’Umanità. E’ un luogo da sogno, inestimabile e protetto, eppure sta scomparendo: l’innalzamento degli oceani, i movimenti tellurici e i frequenti cicloni, infatti, lo stanno distruggendo. Non esistono strutture turistiche di lusso ma i quattro villaggi, abitati dalla popolazione locale, accolgono gli amanti della natura e dell’ambiente. 

Rennell non è l’unica isola che rischia di sparire; anche altri piccoli territori marini sono in pericolo: i più famosi sono i minuscoli atolli dell’arcipelago delle Maldive, che rischiano di scivolare progressivamente nelle acque dell’oceano Indiano per lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento del livello del mare. Anche la barriera corallina caraibica del Belize, seconda a quella australiana, sta subendo molti danni: patrimonio dell’Umanità per l’ecosistema ricco e pieno di specie rare, non riesce a sopravvivere allo sfruttamento edile e all’inquinamento delle navi da crociera. Stessa sorte per le Kiribiti, isole coralline dell’Oceania, che rischiano di affondare nel Pacifico, motivo per cui il presidente dell’arcipelago sta già programmando un esodo della popolazione nelle Fiji per permettere a 115mila persone di lasciare i propri villaggi, in gran parte ormai sommersi dalle maree. Anche il corallo delle Seychelles sta rischiando il danneggiamento e si calcola che tra 50 o 100 anni le isole, meta esotica tra le più spettacolari, possano scomparire. Prima che molte isole paradisiache spariscano sarebbe bene visitarle per apprezzarne la bellezza e lasciarsi stupire dalle loro spiagge mozzafiato, dai romantici tramonti e da un mare da sogno. Ecco alcune isole che regalano atmosfere uniche.

Boracay, Filippine
E’ una piccolo isola, caratterizzata da spiagge candide e un mare turchese, situata all’estremità settentrionale dell’isola di Panay, nella regione Visayas Occidentale delle Filippine. E’ un paradiso rilassante ed emozionante per i tramonti che regala e per la costa da cartolina, che attirano numerosi visitatori. L’attrazione principale è White Beach, spiaggia bianca con sabbia impalpabile e un mare trasparente e calmo, servita da strutture esclusive.

Providenciales, Turks e Caicos
E’ un’isola tranquilla e romantica nell’arcipelago caraibico di Turks and Caicos, quaranta isolotti di sabbia finissima lambiti da acqua calda e trasparente popolata da coloratissimi pesci tropicali, poco più a sud delle Bahamas. La spiaggia più bella e famosa è Grace Bay, lunga 19 chilometri, caratterizzata da sabbia bianchissima e da un’infinità di sfumature di blu. Qui si affacciano i più lussuosi hotel e resort dell’arcipelago, che ospitano soprattutto coppie in luna di miele.

Waiheke Island, Nuova Zelanda
E’ un’isola nel golfo di Hauraki, in Nuova Zelanda, a una ventina di chilometri da Auckland. E’ la più popolata e la seconda più grande, un paradiso punteggiato di vigneti e olivi, che conta numerose spiagge da sogno; la più bella, secondo i residenti, è Cactus Bay, raggiungibile soltanto via mare.

Maui, Hawaii
Spiagge bianche, scure e rosse, cascatelle e un mare che invita a fare immersioni: Maui, nelle Hawaii, è un vero paradiso per chi ama il mare e gli sport d’acqua, soprattutto nelle località di Ho’okipa Beach e Sprecksville. Stretta tra due vulcani, è la seconda isola più grande dell’arcipelago e uno dei principali centri di avvistamento delle balene.

Ambergris Caye, Belize
E’ un’isola tropicale dell’America centrale che unisce servizi esclusivi a una natura incontaminata, caratterizzata da una palude di mangrovie e dalla spiaggia bianca più grande del Belize. Lungo la costa e le strade di sabbia ci si sposta in golf cart, ma le vere attrazioni dell’isola sono la barriera corallina, che merita un’immersione, e Blue Hole, un cerchio profondo 400 metri fatto di calcare, ricco di pesci angelo, coralli, gamberi e stalattiti.

Havelock, India
E’ l’isola più popolare dell’arcipelago indiano delle Andamane, più di 500 isole sparse nel golfo del Bengala, dove capita di vedere gli elefanti fare il bagno nelle acque turchesi dell’oceano. Le barche con fondo in vetro permettono di ammirare la ricca fauna in un mare da sogno, mentre l’interno garantisce passeggiate indimenticabili nella giungla.

Isla Mujeres, Messico
E’ una piccola isola esotica del mar dei Caraibi, a 13 chilometri dalla costa dello Yucatán, davanti alla più celebre e superaffollata località messicana di Cancún. Sull’isola si fa snorkeling tra la barriera corallina e si ammirano i pesci tropicali oppure si fa windsurf lungo le spiagge candide. E’ un luogo perfetto dove rilassarsi al sole, fare sport o divertirsi con i balli latini, un paradiso ancora incontaminato dove ci sono pochissime attrazioni turistiche.

Cayo Coco, Cuba
E’ l’isola principale dei Jardines del Rey, 400 isole piatte e selvagge nella provincia di Ciego de Ávila, a Cuba; lunga 37 chilometri, è collegata all’isola madre da una lunga strada a pedaggio. Meta ambita da chi ama il contatto con la natura e le immersioni, offre per 21 chilometri meravigliose spiagge, una più bella dell’altra: Colorada, La Jaula e Los Flamencos sono le più frequentate. Qui i fondali sono uno spettacolo e i sentieri che attraversano una folta vegetazione alle spalle della costa permettono di fare piacevoli camminate. L’isola offre anche resort e villaggi vacanza di lusso.

Jost Van Dyke, Isole Vergini Britanniche
Sorge nel cuore dell’arcipelago delle isole Vergini Britanniche, paradiso di velisti e tappa obbligata per chi si reca nei Caraibi orientali, un paradiso di 60 isole di spiagge bianche e piccole baie tutte da esplorare sopra e sotto il mare. La piccola isola, che deve il nome al pirata olandese Jost Van Dyke, offre coste punteggiate da spiaggette bianchissime e da piccole baie, da dove si osservano balene e delfini che nuotano nelle limpide acque sottostanti; l’interno invece è attraversato da strade che costeggiano le rovine di vecchi zuccherifici, ora ricoperti dalla vegetazione.

Galapagos, Ecuador
La ricchezza della fauna rende quest’arcipelago a cavallo dell’equatore unico al mondo: apprezzato dagli amanti della natura più selvaggia e dagli animali, è il luogo migliore per fare trekking, esplorare le 13 isole e fotografare iguane, tartarughe giganti, pinguini, otarie, falchi e aironi. La sua fauna, infatti, aveva ispirato il biologo e naturalista Charles Darwin per la teoria evoluzionistica. Oggi l’alto numero di appassionati visitatori sta intaccando la purezza e la bellezza dell’arcipelago al punto che il governo dell'Ecuador sta pensando di limitarne l’entrata.

Fernando de Noronha, Brasile
L’arcipelago brasiliano è patrimonio dell’Umanità dell’Unesco per il suo variegato ecosistema: le 21 isole incontaminate a 350 chilometri dalla costa offrono spiagge bianche, passeggiate ecologiche e la possibilità di vedere molti animali, tra cui tartarughe, delfini e albatros, e una ricca vita sottomarina. E’, infatti, considerato il luogo migliore di tutto il Brasile dove fare immersioni, proprio perché area marina protetta e tutelata.

Koh Tao, Thailandia
Sorge nel golfo di Thailandia, tra le province di Chumphon e Surat Thani, e prende il nome dalle tartarughe marine che nidificano lungo le sue coste tranquille e intatte. Le spiagge di sabbia bianca, accessibili solo con le jeep, sono protette da ripide colline e lambite da un’acqua ricca e trasparente. L’isola, infatti, è amata dagli appassionati di immersioni subacquee che vi giungono da tutto il mondo per i fondali poco profondi, le acque calde e la variopinta barriera corallina. L’interno, invece, ha una vegetazione lussureggiante e selvaggia.

Anguilla, Caraibi
La più settentrionale delle isole Sottovento, chilometri di sabbia bianca e soffice affacciati sul mare turchese delle Antille, è la destinazione preferita dalle coppie in viaggio di nozze e da chi vuole immergersi nella natura più incontaminata. La costa e i colori del mare sono una cartolina impeccabile che invita a scoprire le spiagge più belle, bianche e rosa, orlate di noci da cocco e lambite da un’acqua trasparente. Le baie sono tranquille e i villaggi sono accoglienti; è un paradiso vero, lontano, di quelli che fanno dimenticare ogni stress e che consentono di vivere in totale tranquillità e privacy.

Favignana, Italia
L’isola più grande delle Egadi, in Sicilia, offre profumi, sapori e spiagge incontaminate su un mare limpido e trasparente che lambisce 33 chilometri di costa. C’è pochissimo cemento sull’isola di Favignana, che ha saputo preservare la propria integrità e tutta la sua bellezza naturale; tra le spiagge più belle ci sono Cala Rossa, sul versante orientale, che regala bagni indimenticabili tra pinnacoli di tufo in un’acqua celeste e turchese, e sul versante meridionale la bianca baia di Lido Burrone, l’unica spiaggia attrezzata, riparata dal forte vento di maestrale dove vale la pena rimanere per ammirare il tramonto verso Marettimo.

Quirimbas, Mozambico
L’arcipelago di Quirimbas o isole Fortunate, in Mozambico, è composto da 32 atolli corallini che arrivano fino al confine con la Tanzania. Il modo migliore per visitarli e ammirare la loro bellezza è salire a bordo di un dhow, la barca a vela tradizionale, per vedere da vicino anche le tartarughe marine, unici abitanti di alcune delle isole. E’ un vero paradiso dove si stacca completamente la spina e ci si immerge in un santuario naturale incontaminato; dal 2002, infatti, undici isole dell’arcipelago appartengono a un’area protetta del WWF.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA