Viaggio nella storia nel bunker Soratte ricordando le bombe del '44

Redazione ANSA

MONTE SORATTE - Il museo del bunker del monte Soratte è una sorta di gigantesca macchina del tempo, con i sui oltre 4 Km di gallerie può vantare la straordinaria coincidenza tra ambienti della seconda guerra mondiale e ambienti antiatomici della guerra fredda entrambi col medesimo scopo: la salvaguardia del Governo d'Italia in caso di attacco sulla capitale.

Un bunker per il Governo e per il Presidente della Repubblica che venne ideato da Mussolini per il Governo Fascista, occupato dalle truppe della Wehrmacht di Kesselring nei 10 mesi più drammatici della storia d'Italia del '900 e successivamente restaurato nella parte più profonda (con oltre 300 m di roccia del Soratte sovrastanti ) diventando un sito segreto per salvare le più alte cariche dello stato in caso di attacco termonucleare su Roma.

Un tuffo nella storia del secolo scorso, dove i drammi dei bombardamenti della seconda guerra mondiale e le strutture fantascientifiche della guerra fredda si possono toccare con mano. Un tuffo da quale si riemergerà pregni di consapevolezza grazie ad una lezione utile per capire anche quanto accade nei nostri giorni.

L'area è oggetto di lavori di valorizzazione in atto dal 2001 e le visite guidate sono curate dai volontari dell'Associazione Bunker Soratte che si spendono da un decennio in questa encomiabile opera di recupero della nostra storia.

L'evento "Bombing day 2017" del 13 e 14 Maggio 2017 si fonda nella rievocazione storica del drammatico evento del bombardamento che sconvolse il monte Soratte nel 1944.

Il programma si sviluppa su un'area vasta ed estremamente panoramica ove si raduneranno numerosi figuranti in uniforme d'epoca (tedeschi, Inglesi e americani), decine di veicoli storici (tedeschi e americani) e nel quale ci saranno velivoli d'epoca e acrobatici in un air show mozzafiato.

Durante entrambi i giorni saranno sempre attive le visite guidate al bunker del monte Soratte, un sito unico nel suo genere, con la possibilità di visitare in anteprima nuovi ambienti mai aperti al pubblico fino ad ora.
Oltre a nuovi allestimenti nell'area di Seconda Guerra Mondiale, si potrà visitare la Sala di Guerra che fu della NATO (2° ROC-SOC) e del COSMA Centro Operativo Stato Maggiore dell'Aeronautica che soprintendeva a tutta la difesa aerea nazionale ed internazionale nel mediterraneo dal 1960 al 2000.

Una sala unica nel suo genere da cui veniva garantita la difesa di ogni cittadino italiano sia a livello aereo sia navale sia sottomarino essendo alle dirette dipendenze dello Stato Maggiore della Difesa.
Nel progetto originale del Bunker antiatomico del Soratte furono 3 gli ambienti destinati a sala Situazione e Simulazione ciascuno dei quali doveva soprintendere alle direttive da impartire a Sale Operative come questa che è stata consegnata all'Associazione Bunker Soratte dall'Aeronautica Militare Italiana.

L'iter per poter salvare questo ambito dalla demolizione e poterlo mostrare al pubblico è stato molto lungo (circa 4 anni) ma presso l'Aeronautica Militare, ente con cui l'Associazione collabora da alcuni anni, i giovani volontari che ne fanno parte hanno incontrato persone sensibili, che hanno creduto nella nobiltà della loro missione e nell'efficacia del modo di proporre la storia d'Italia dentro un contenitore d'eccezione come il monte Soratte.

La visita guidata è fruibile da parte di tutti e dura circa 2 ore.
Le visite partono ogni 20 minuti dalle 10 alle 19 in entrambe i giorni.
La prenotazione è vivamente consigliata.
I contributi di ingresso variano fino ad un massimo di 8 euro a persona.

Per partecipare alla visita ci si può prenotare dal sito web www.bunkersoratte.it
Telefonare al 380.3838102
inviare una mail a bunkersoratte@gmail.com

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA