Ecco 15 archi naturali da ammirare e salvaguardare

Dopo la tristezza del crollo della “finestra azzurra” di Malta ecco le meraviglie in equilibrio sulla natura

PANTELLERIA - Il mare di Gozo si è preso la “finestra azzurra”, l’arco naturale simbolo dell’isola maltese che ha sempre regalato tramonti mozzafiato e incorniciato spettacolari vedute. Un’ondata di maltempo ha contribuito ad accelerare l’erosione del pilastro di roccia calcarea che reggeva l’arco e a farlo cadere in acqua. 

Nel mondo sono numerosi gli archi che nei secoli la natura ha creato, realizzando opere artistiche in precario equilibrio su litorali, deserti, monti e fiumi. Prima che scompaiano, ecco quali sono le porte naturali più belle da scoprire e da proteggere.

Delicate Arch
Con la sua elegante sagoma, Delicate Arch domina un imponente anfiteatro roccioso nel parco nazionale degli Arches nello stato americano dello Utah, al confine del fiume Colorado.

Arco naturale di Capo Palinuro
Lungo la costa del Cilento appare l’arco naturale di Capo Palinuro, visibile sia dal mare sia dalla terra. Intorno sorgono grotte marine e tratti di mare spettacolari. La bellezza della costa ispirò persino il poeta Virgilio che fece naufragare il suo eroe Enea proprio su questo tratto di litorale campano.

Cabo San Lucas
Lungo la costa messicana affacciata sul Pacifico, a sud della stretta penisola di Baja California, appare l’arco nella scogliera di Cabo San Lucas, raggiungibile solo via mare e circondato da irti scogli. Non lontano c’è l’incantevole Playa del Amor, frequentata per i profondi fondali che nascondono un immenso canyon subacqueo.

Pont d’Arc
Nel dipartimento delle Ardèche, nel sud della Francia, è un arco che si affaccia da 54 metri sul fiume omonimo, frequentato soprattutto da canoisti. L’arco è anche detto “la porta d’ingresso dei gorges de l’Ardeche”, le gole che formano un canyon di 30 chilometri scavati nell’altopiano calcareo francese.

Archi Kleftiko
Nell’arcipelago greco delle Cicladi Milos, l’isola di Venere, ospita una spiaggia bellissima, con faraglioni di roccia bianca in mezzo a un mare caraibico; in particolare la spiaggia di Kleftiko, che si raggiunge soltanto in barca, regala grotte e anfratti rocciosi tra archi di pietra bianca. Le rocce nascondono minuscoli lidi accecanti dalla sabbia finissima, isolati e incontaminati.

Arco dell’Elefante
E’ il simbolo di Pantelleria, una gigantesca scultura naturale, la cui forma assomiglia a quella di un elefante con la proboscide immersa nell’acqua a formare l’arco. Gli scogli piatti e ben levigati, spesso affollati di bagnanti stesi al sole, sorgono sulla costa orientale dell’isola siciliana, perla nera del Mediterraneo, dopo Cala Levante.

Praia de Augas Santas
In Galizia, nel nord della Spagna, sorge la spiaggia delle Cattedrali o delle Acque Sante, lunga spiaggia situata a ovest della cittadina di Ribadeio, caratterizzata da un arco naturale che si può attraversare quando c’è la bassa marea e che ricorda, appunto, gli archi rampanti delle cattedrali gotiche.

Falaise d’Amont
La bianchissima scogliera di Falaise d’Amont, affacciata sul canale della Manica e battuta da venti fortissimi, è uno dei simboli della regione francese della Normandia, dove si svolse il celebre e storico sbarco degli alleati duranti la seconda guerra mondiale. Si raggiunge percorrendo un ripido sentiero dal villaggio di Étretat e regala spettacolari panorami, gli stessi che si trovano nei quadri dei più famosi artisti dell’Impressionismo francese.

The Rock of Raouché
Al largo della costa libanese di Raouché, sulla punta più occidentale di Beirut, sorge l’arco naturale di Raouchéù, o Rocca dei piccioni, caratterizzato da due grandi formazioni rocciose simili a sentinelle gigantesche, che richiamano turisti e curiosi. E’, infatti, una destinazione molto popolare tra gli abitanti della capitale che vi ammirano il tramonto.

Pravčická brána
E’ una delle porte naturali della Svizzera sassone, nella Repubblica Ceca; alto più di 26 metri, è il più grande arco arenario naturale in Europa e uno dei monumenti più suggestivi del Paese. Qui sono stati girati numerosi film di fantasy, tra cui “Le cronache di Narnia”.

Green Bridge
Il ponte verde del Galles è un arco naturale molto suggestivo, che sorge all’interno del parco nazionale della Costa del Pembrokeshire, a cui si accede lungo un sentiero segnalato.

La Portada
E’ un monumento naturale, protetto dal governo del Cile. Sorge a 18 chilometri a nord della città di Antofagasta, a nord del Paese; l’arco ha subito numerosi crolli e chiusure al pubblico. Lungo la strada che conduce al sito ci sono punti di ristoro, negozi e un museo.

Es Pontàs
L’arco naturale di Es Pontàs sorge a sudest di Mallorca, la maggiore delle isole spagnole delle Baleari, tra Cala Santanyi e Cala Llombards nel comune di Santanyi. Regala tramonti e vedute mozzafiato.

Kingsgate Bay
Nella contea del Kent, nel sudest d’Inghilterra, si può ammirare l’arco naturale della bianchissima scogliera di Kingsgate, che sorge nell’omonima baia sabbiosa.

Arco di Mongerbino
Riconosciuto come bene ambientale, il ponte naturale che sovrasta l’oasi di Bagheria, nei dintorni di Palermo, è chiamato anche arco azzurro di Mongerbino o dei baci: qui infatti i due spuntoni di roccia sembrano toccarsi in un romantico bacio.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA