Parchi letterari in festa il 20 ottobre

Anche percorsi naturalistici e degustazioni nei luoghi che ispirarono scrittori e poeti

di Ida Bini

CASTAGNETO CARDUCCI - Domenica, 20 ottobre, si celebra la quinta giornata europea dei parchi letterari con visite e manifestazioni gratuite organizzate in collaborazione con la società Dante Alighieri per rivivere l’atmosfera e le suggestioni dove sono nati i grandi poemi e i romanzi che hanno fatto la storia della letteratura. Dal Circolo Polare Artico alla Basilicata, dalle Marche alla Norvegia, in tutta Europa si festeggiano i luoghi che hanno ispirato scrittori e poeti con iniziative interessanti che includono passeggiate, mostre, degustazioni, letture e rappresentazioni teatrali. Sarà il Galtellì Literary Prize, ispirato al premio Nobel Grazia Deledda, a inaugurare la quinta giornata dei Parchi letterari, che proseguirà gratuitamente in tutti Italia con passeggiate guidate. In occasione del bicentenario dell’Infinito di Leopardi, nella Villa Colloredo Mels del parco marchigiano di Recanati si potranno visitare due mostre che ruotano attorno all’espressione dell’infinito nell’arte, dall’epoca romantica a oggi: “La fuggevole bellezza. Da Giuseppe De Nittis a Pellizza da Volpedo” e “Interminati spazi e sovrumani silenzi. Giovanni Anselmo e Michelangelo Pistoletto” con la presenza di grandi artisti italiani. Sempre il 20 si salirà sul monte Tabor per ammirare i monti Sibillini oltre la celebre siepe di ligustro citata dal poeta.

Sono aperti al pubblico per passeggiate, spettacoli e letture anche altri parchi letterari italiani: Virgilio farà da cicerone nelle campagne mantovane tra i luoghi di “Georgiche e Bucoliche”; Francesco Petrarca mostrerà ad Arquà il “secondo Elicona che per te e per le Muse ho allestito sui Colli Euganei”; Giosué Carducci condurrà a Castagneto in “quel tratto della Maremma… cerchio della mia fanciullezza”. Si viaggerà in Irpinia per un salto nei luoghi di Francesco De Sanctis e ad Anversa degli Abruzzi per ripercorrere idealmente con Gabriele d’Annunzio“quel sentiero che hai passato cento volte” ma che “con me ti sembrerà novo”. Prendendo ispirazione dalla poesia di Eugenio Montale il parco nazionale delle Cinque Terre, in collaborazione con il Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri, farà conoscere la biodiversità e i valori del paesaggio naturale e culturale del territorio. Anche in Basilicata sono previsti eventi da non perdere: si viaggerà con Federico II a Melfi, con Isabella Morra a Valsinni, con Albino Pierro a Tursi, con Francesco Mario Pagano a Brienza, con Francesco Lomonaco a Montalbano Jonico e con Carlo Levi ad Aliano; infine in tutta la regione si celebrerà Matera, Capitale Europea della Cultura 2019. La giornata dei parchi letterari sarà anche l’occasione per collaudare Abracapp, l’app che consente di scrivere virtualmente su un muro nel mondo reale senza rovinare il paesaggio.

Anche all’estero sono previste interessanti iniziative: attraverso i diari del navigatore Pietro Querini si sbarcherà a Røst nell’arcipelago delle Lofoten dove “per tre mesi all’anno, cioè da giugno a settembre, non vi tramonta il sole, e nei mesi opposti è quasi sempre notte ... gli isolani, un centinaio di pescatori, si dimostrano molto benevoli”; mentre con lo scrittore norvegese Johan Peter Falkberget conosceremo le storie dei minatori e dei contadini di Røros, cittadina oggi patrimonio dell’Umanità.

Per conoscere tutte le iniziative dei parchi: www.parchiletterari.com

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA