Insolito Halloween con notti da brivido dietro le sbarre

Dormire nelle ex prigioni trasformate in hotel per un’esperienza insolita

di Ida Bini

LUBIANA - Può essere inquietante e sicuramente strano dormire in una stanza che in passato ha accolto un detenuto eppure sono numerose le strutture alberghiere nate da carceri dismesse. Halloween è un’ottima occasione per provarle ma, per farlo, bisogna recarsi all’estero perché in Italia gli ex penitenziari non sono mai stati trasformati in alberghi ma piuttosto in musei, come quello dell’ebraismo a Ferrara, o in sale da concerto e spazi per eventi, persino in chiese come quella recente di san Francesco del Prato a Parma, utilizzata come prigione dall’epoca napoleonica fino al 1992. Eppure sono proprio gli alberghi quelli che riescono a ricreare fedelmente l’atmosfera affliggente e costrittiva di una prigione. Scopriamone dieci, in giro per il mondo, tra i più insoliti.

Långholmen Hotell - Sorge sull’isola Långholmen di Stoccolma e, prima della chiusura nel 1975, era il più grande penitenziario di tutta la Svezia con 500 celle e grandi cortili immersi nel verde. Oggi ospita un hotel e un ostello della gioventù che prendono il nome dall’isola Långholmen, raggiungibile dal centro attraverso il ponte Långholmsbron. La struttura mette a disposizione celle singole o doppie con un arredamento moderno, porte spesse e finestre alte; all’interno è possibile anche visitare il museo della prigione che racconta la sua storia dal 1724, ma si può anche partecipare a inquietanti attività in cui si finge di essere un vero detenuto. Informazioni: www.langholmen.com

Malmaison Oxford - Ha una lunga storia lo spettacolare albergo vittoriano di Oxford: nato come fortezza normanna oltre 900 anni fa, durante il regno di Vittoria venne adibito a carcere fino al 1996, quando vi costruirono un centro commerciale e un boutique hotel. La struttura alberghiera mette a disposizione celle piccolissime ma con tutti i confort, raggiungibili lungo scale di metallo e strette passerelle. Agli ospiti l’hotel, che ha mantenuto intatto il vecchio edificio carcerario, noleggia l’abbigliamento tipico dei detenuti, in tinta bianca e nera. Informazioni: www.malmaison.com

Het Arresthuis - A Roermond, città olandese al confine con la Germania, si dorme nelle vecchie celle di un penitenziario di massima sicurezza, aperto nel 1862 e chiuso nel 2007, poi trasformato in un resort con 38 camere e 4 suite dai nomi immaginifici: The Jailer, The Lawyer, The Director e The Judge, ossia il prigioniero, l’avvocato, il direttore e il giudice Ogni stanza è arredata con mobilio di design olandese ed elementi che ricordano il carcere, come la massiccia porta originale mentre la suggestiva lounge è stata ricavata nel corridoio centrale dell’ex penitenziario, con le scale di ferro che conducono ai ballatoi su cui si aprono le camere. Informazioni: hetarresthuis.nl

Karosta Prison Hotel - E’ l’esperienza più tenebrosa che si possa vivere in un albergo: si dorme in celle minuscole e spartane dotate di cuccette o letti in ferro, solo dopo aver firmato un consenso per vivere una notte da carcerato con attività e show interattivi. E’ l’incredibile esperienza del Karosta Prison Hotel di Liepaja, in Lettonia, una vecchia prigione militare del KGB nel quartiere Karosta, usata fino al 1997 per condanne disciplinari di breve durata. Lo slogan dell’hotel è inquietante: “Vieni a trovarci se vuoi essere detenuto per un giorno”. Qui, infatti, si viene trattati come veri detenuti: l’angosciante esperienza delle foto segnaletiche, l’interrogatorio e l’isolamento al buio; il tutto corredato da continui insulti. Insomma, un’avventura da brividi, in un’atmosfera fredda e poco amichevole, degna del miglior festeggiamento per Halloween. Informazioni: http://karostascietums.lv

Alcatraz Hotel - Si trova a Kaiserslautern, nel sudest della Germania, ed è stato una prigione dal 1867 al 2007 quando è stato trasformato in albergo. Ha il nome di un famoso carcere statunitense e offre 56 camere, molte delle quali sono autentiche celle con le sbarre alla finestra, un semplice letto a castello, un bagno senza porta e uno spioncino alla soglia da dove però vengono serviti ottimi aperitivi. All’ingresso dell’edificio la hall ospita il bancone della reception ironicamente circondato da sbarre, così come il bar Hinter Gittern e il ristorante sono ingabbiati e arredati con elementi riciclati dalla vecchia prigione. Informazioni: alcatraz-hotel.com

Hotel Liberty - Sempre in Germania, a Offenburg, nel cuore della Foresta Nera, è un albergo che un tempo era un penitenziario, ospitato in un austero edificio del 1840 con mattoni a vista. Della vecchia struttura sono rimasti le imponenti murature d’epoca e robusti portali di ferro, alleggeriti da un cubo di vetro trasparente che ospita la lobby, il ristorante e un elegante lounge bar. Alcune camere conservano le dimensioni originali delle celle e le porte metalliche; altre, invece, sono state trasformate in camere moderne e confortevoli. Informazioni: hotel-liberty.de

Ottawa Jail Hostel - A Ottawa, in Canada, si può dormire in un albergo che dal 1962 al 1972 è stata luogo di detenzione, famoso per le condizioni disumane in cui venivano trattati i detenuti: ospitava infatti 150 celle senza acqua né elettricità. L’edificio ha mantenuto gran parte del suo aspetto originale, tra cui le sbarre davanti alle porte delle camere, alcune delle quali sono davvero claustrofobiche. Informazioni: https://hihostels.ca/en/destinations/ontario/hi-ottawa

Hostel Celica - A Lubiana il vecchio carcere militare è stato trasformato dal 2003 in un albergo dove ogni cella è stata ridisegnata da 80 tra artisti e architetti. Le nuove stanze, seppur arredate con confort moderni e opere d’arte, sono molto piccole ed hanno sbarre alle finestre. Ottimo, invece, è il ristorante e il programma di concerti ed eventi che offre la prigione dismessa. Informazioni: www.hostelcelica.com

Old Mount Gambier Gaol - Chiuso definitivamente nel 1994, il carcere della soleggiata costa Limestone, a due passi dalle regioni australiane del Blue Lake, è un ostello che offre celle semplici ed economiche in una struttura un po’ evanescente con le torrette originali e un murales fatto dai precedenti detenuti. Informaizoni: www.theoldmountgambiergaol.com.au

Hotel Katajanokka - Sull’isola Katajanokka di Helsinki la vecchia prigione del 1837, trasformata nel 2007 in un albergo, ha mantenuto le sue originali mura in mattoni e il ristorante Jailbird con le scritte dei detenuti lungo le pareti. Anche se le camere sono dotate di ogni confort, l’atmosfera dell’hotel è particolare e irripetibile, soprattutto nei particolari come l’assortimento di asciugamani a strisce che evocano i vestiti dei prigionieri o le bevande che vengono servite in bicchieri di stagno. Informazioni: www.hotelkatajanokka.fi

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA