In tram per le vie di 10 città da Lisbona a Milano

Da Vienna a San Francisco: viaggio sulle linee tranviarie più famose

di Ida Bini

MILANO - Interni in legno, grandi vetrate, pochi posti a sedere, carrozzeria coloratissima e un continuo scampanellio per le vie del centro: sono i vecchi tram degli anni Venti, Trenta e Cinquanta, restaurati con cura, che sferragliano sulle rotaie e regalano spostamenti ricchi di fascino nelle città di tutto il mondo. Molti tram seguono linee urbane che attraversano i centri storici: dalla linea 2 di Budapest al tram 28 di Lisbona e ai cable cars di San Francisco, diventati un’istituzione. Altri, invece, sono stati trasformati in mezzi turistici dall’atmosfera vintage in alternativa ai tradizionali bus; e altri ancora si possono noleggiare per feste, cene o concerti. Insomma il tram, mezzo antico ma sempre affascinante, non smette mai di stupire. Ecco dieci linee tramviarie in dieci famose città.

Lisbona
Il tram della linea 28 di Lisbona è una delle attrazioni turistiche della capitale portoghese: parte da largo Martim Moniz e attraversa quartieri famosi come Baixa, Barrio Alto e Alfama; quest’ultimo è il più antico della città, con le sue viuzze strette che portano dall’estuario del fiume su fino al castello. L’eléctrico 28 è uno storico tram del 1930 con le sue piccole carrozze gialle e bianche che in 40 minuti, se non c’è traffico, percorre le zone turistiche più richieste fino a Campo Ourique e alla basilica di Estrela; passa accanto ai monumenti più famosi ma anche a siti meno turistici, come il Cemitério Dos Prazeres o i murales del centro storico. In alternativa si può prendere il tram numero 12 che percorre gran parte della zona est, da Baixa ad Alfama.

Istanbul
Le panoramiche e storiche linee tranviarie di Istanbul consentono di visitare il centro storico della metropoli turca in modo slow, seduti a bordo di piccoli tram in legno risalenti agli anni Venti. In particolare i tram bianchi e rossi della linea T5, i più fotografati e frequentati, partono dalla centrale piazza Taksim e arrivano fino alla fermata della metropolitana Tünel attraverso la zona di Istiklal Caddesi. Passano accanto alle bellezze artistiche e culturali, alle strade della moda, ai palazzi ottomani e alle moschee più belle. La linea T3 percorre strade nella zona asiatica, nel quartiere di Kadıköy, mentre il tram T1 viaggia nella città vecchia, da Kabataş fino a Zeytinburnu passando davanti al Gran Bazar e accanto alla celebre basilica di Aya Sofya.

Vienna
Ogni 30 minuti, dalle 10 alle 17,30, il Vienna Ring Tram compie l’intero giro del Ring, nel cuore della capitale austriaca, partendo da Schwedenplatz. E’ un tram turistico con informazioni in diverse lingue comunicate tramite le cuffie; viaggia per 25 minuti e passa accanto alle attrazioni turistiche più belle di Vienna: l’Opera di Stato, la ex residenza imperiale Hofburg, il Parlamento e il Municipio. I biglietti si possono acquistare direttamente sul tram. Ovviamente esistono anche le altre linee, ben 29, che viaggiano sempre sul Ring – le linee 1 e 2 - e in altre zone dalla città, in alternativa alla metropolitana.

Basilea
Nella città svizzera tutti si spostano con i mezzi pubblici, soprattutto in tram: divertente, conveniente ed ecologico, viene usato anche dai giovani il sabato sera per evitare di rimanere bloccati nel traffico e soprattutto per poter bere liberamente una birra in più. La linea numero 6 è quella che i cittadini e i turisti usano per andare da Messeplatz, in pieno centro, alla periferia dove si trova la fondazione Beyeler, il celebre museo realizzato dall’architetto Renzo Piano. Ma Basilea offre anche un inusuale servizio tramviario turistico: ogni domenica alle 10.30 e alle 11.45, alla fermata della stazione davanti all’hotel Euler, parte un tram d’epoca color verde che attraversa la città e consente ai turisti di verificare come si spostavano cento anni fa gli abitanti con il caratteristico sferragliamento, con l’andamento a strattoni e con le interessanti storie che una guida racconta mentre accompagna i viaggiatori.

Budapest
Il tram color arancio della linea 2 corre lungo la riva orientale del Danubio, che a Budapest è stato dichiarato patrimonio dell’umanità, e passa sopra gli splendidi ponti in ferro battuto, da ponte Margherita al ponte delle Catene, simbolo della capitale ungherese, dal ponte Elisabetta e quello della Libertà, dal ponte Petőfi al ponte Rákóczi fino al magnifico castello di Buda. Lo storico tram passa accanto alle attrazioni più belle della città: la chiesa Mattia, il bastione del Pescatore, il palazzo Reale e la Cittadella, il teatro nazionale e il palazzo dell’arte, il palazzo Greshan e il museo etnografico. Le fermate più panoramiche della linea tramviaria, utilizzata soprattutto dai turisti per spostarsi in città, sono quelle nei pressi del ponte delle Catene, del Parlamento e del mercato centrale.

San Francisco
Sferragliano su e giù per le ripide colline del centro di San Francisco i cable cars, vecchi tram dai colori più disparati che nella città californiana sono diventati un’istituzione. Divertenti e veloci, i piccoli tram arrivano in un baleno dalla centrale Union Square ai vari moli lungo la costa, passando per Chinatown e California Street. Le linee più famose e frequentate sono la Powell-Mason e la Powell-Hyde Cable Car mentre la linea “F” è la più caratteristica, con carrozze d’epoca provenienti dai diversi Stati americani e da tutto il mondo, anche quelle color arancio degli anni Venti, Trenta e Settanta, regalate dall’azienda dei trasporti milanese. Il prezzo del biglietto è un po’ più caro rispetto a quello dei soliti mezzi di trasporto, ma è indubbiamente un modo affascinante di visitare la città californiana, rigorosamente in piedi all’esterno del cab, come spesso si vede fare al cinema.

Milano
E’ lento ma ricco di fascino il viaggio in tram a Milano: le linee tranviarie sono 17 e servono il centro storico e tutte le periferie. I tram storici, quelli piccoli e colorati degli anni Trenta e Cinquanta, sono spesso usati per eventi e iniziative turistiche: portano in tour tra i monumenti e le piazze più importanti della città senza fare fermate oppure si trasformano in eleganti ristoranti su rotaia per cene a lune di candela. I più richiesti sono quelli con le vetture storiche chiamate “Ventotto” dall’anno dell’entrata in servizio, nel febbraio del 1928, icone della città lombarda: si noleggiano per feste private o per passeggiate in città, soprattutto nel periodo natalizio quando viaggiano ricoperti di luccicanti lampadine bianche, ricche di atmosfera e di magia.

Praga
Il tram numero 22 attraversa una delle zone panoramiche più belle di Praga e passa accanto al Teatro Nazionale, in prossimità delle fermate Staroměstská e Malostranská e prosegue per il Belvedere, il celebre castello di Praga. E’ il tram turistico più frequentato dai cittadini e dai numerosi visitatori che lungo il percorso ammirano antichi e prestigiosi palazzi, piazze, monumenti e scorci ricchi di atmosfera. Nel fine settimana e nei giorni festivi dalla fine di marzo a metà novembre è attivo lo storico tram 91, chiamato “tram nostalgico” che ogni ora parte da Vozovna Střešovice e viaggia nel centro della città.

Helsinki
Per visitare la capitale finlandese a bordo di un tram due sono le linee da prendere: il numero 4 che effettua un giro storico-architettonico e il numero 6 che attraversa la Helsinki del design e dei ristoranti. Con un biglietto giornaliero si sale a bordo dei tram e si visita tutta la città: il primo percorso corre dal Katajanokka al distretto di Munkkiniemi ed è ideale per chi ama l’architettura e le opere di Alvar Aalto. Il secondo percorso, invece, parte dal mercato di Hietalahti e arriva ad Arabianranta e permette di scoprire teatri, musei e bellissimi mercati.

Hong Kong
Sono a due piani e percorrono le strade dell’isola di Hong Kong dal 1904: storici e turistici i tram dell’isola cinese sono un mezzo economico e divertente per spostarsi per le affollate strade nel cuore di Hong Kong, da Kennedy Town a Shau Kei Wan. I più richiesti sono quelli storici in stile anni Venti, con una guida che racconta la vita di Hong Kong e dei suoi cittadini che familiarmente chiamano il mezzo “Ding ding”, per il caratteristico scampanellio che i tram fanno quando devono avvisare i pedoni del loro passaggio. I tram della linea 18, 28 e 68 sono usati per le visite guidate perché offrono un balcone aperto e una mostra a bordo. I mezzi partono da Western Market e da Causeway Bay.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: